Napule mill sapure | Il vero Gateau di patate napoletano

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Napule mill sapure | Il vero Gateau di patate napoletano

Napule mill sapure. Si fa presto a dire “gateau di patate“, a Napoli si dice “O’ gattò“. Piatto simbolo della tradizione culinaria partenopea, alla stregua della pizza, della sfogliatella e della “tazzulell’ è cafè”.

Napule mill sapure

Il gateau di patate è una di quelle pietanze di cui ognuno ha la sua ricetta, che puntualmente fa storcere il naso agli altri. Ma un autentico “O’ gattò” napoletano come si fa ?
Iniziamo dalle patate che devono essere tassativamente vecchie. Per un vero gateau, infatti, l’amido deve essere ridotto al minimo sindacale. Quanto agli ingredienti assolutamente banditi sono i wurstel, la mortadella e formaggi vari. Nel gateau autentico semmai è concesso solo il salame Napoli o al massimo anche il prosciutto cotto, giusto per bilanciare i sapori ma sempre con estrema parsimonia. Qualcuno ci mette l’emmentaler: shame on him! (giammai!) L’unico latticino ammesso è infatti la provola. Qualcuno evita la crosticina di pane grattugiato: ma scherziamo ?
Rompiamo ogni indugio e prepariamo un bel gateau o, se preferite, “O’ gattò”.

Ingredienti per 6 persone

– 2 kg di patate vecchie
– 1 bicchiere di latte intero
– 200 g di burro più un altro po’ per imburrare la teglia
– 300 g di salame tipo Napoli tagliato a listarelle
– 400 g di provola affumicata a dadini
– 3 uova più 2 uova sode
– 150 g di grana grattugiato
– 100 g pangrattato
– sale e pepe qb

Preparazione

Lessare le patate con la buccia per non far assorbire troppa acqua. Per controllare la cottura (dovranno bollire per non meno di 40 minuti circa), bucarle con uno stuzzicadenti: se si infilerà all’interno della patata senza problemi sarà cotta al punto giusto.
Mentre sono ancora calde, pelare le patate e passarle allo schiacciapatate. Mettere la purea ottenuta in una ciotola capiente, aggiungere il burro e mescolare. Far fondere completamente il burro. Unire le tre uova, il latte quanto basta per ammorbidire il composto, 100 g di grana grattugiato e una manciata di dadini di provola. Regolare di sale e aggiungere il pepe. Imburrare generosamente una teglia e cospargerla di pan grattato. Fare uno strato con metà composto di patate, facendolo aderire bene al fondo e alle pareti della teglia. Cospargere con la provola a dadini, il salame e le uova sode. Coprire con il resto del composto di patate. Spennellare con olio EVO, spolverare con grana grattugiato e cospargere di pan grattato in uno strato uniforme e fiocchetti di burro.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa un’ora, finché la superficie risulti ben dorata e gratinata. Una volta tolto dal forno, attendere che il gateau si raffreddi prima di servirlo.
E adesso chi sta meglio di voi? Oltretutto potrete vantarvi di sapere fare l’autentico “O’ gattò” napoletano, liberi da ogni variazione sul tema e al sicuro da ogni estrosità!

LIFESTYLE

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER

@ Riproduzione riservata


Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU