La sonda JUNO osserva GIOVE | Mai così vicino, GUARDA IL VIDEO

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


La sonda JUNO osserva GIOVE

La sonda JUNO osserva GIOVE così vicino come niente fino a oggi era riuscito a fare con il quinto pianeta del sistema solare.

La sonda Juno

Fu lanciata nello spazio quasi 5 anni fa (5 agosto 2011) e ha percorso circa tre miliardi di chilometri. Due dei nove strumenti di bordo sono italiani e tutti insieme raccoglieranno una miriade di dati per studiare il pianeta più grande del sistema solare.

La sonda JUNO osserva GIOVE ma non è la prima a passare vicino a Giove perché 46 anni fa furono le sonde Pioneer a raccogliere delle testimonianze non ravvicinatissime del pianeta.

Juno invece, essendo la prima a essere così vicina al pianeta, mostrerà dei dettagli più ravvicinati e più precisi (atmosfera, superficie e non solo).

Tangibili segni d’Italia nel progetto

Oltre alla strumentazione scientifica, su Juno ci sono tangibili segni dell’Italia:

  • la targa con il ritratto e la firma di Galileo Galilei;
  • il testo che descrive la scoperta delle lune di Giove;
  • tre piccole statuine che raffigurano Galilei e le antiche divinità Giove e Giunone, realizzate dalla Lego in collaborazione con la NASA. Un programma predisposto e realizzato per sensibilizzare i giovani agli argomenti e alla materia scientifica;
  • lo spettrometro (strumento che permette di misurare lo spettro della radiazione elettromagnetica, ovvero le proprietà della luce in funzione della sua lunghezza d’onda) italiano Jiram catturerà immagini e studierà gli strati superiori dell’atmosfera;
  • il sensore d’assetto Autonomous Star Tracker, realizzato da Leonardo-Finmeccanica;
  • Il KaT (Ka-Band Translator), progettato dall’Università Sapienza di Roma e realizzato dalla Thales Alenia Space Italia con il supporto dell’ASI, che ha lo scopo di realizzare la prima mappa interna di Giove.

Lo spettrometro (finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana) è stato realizzato da Leonardo-Finmeccanica a Campi Bisenzio (FI) sotto la responsabilità scientifica dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali (IAPS) dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).

Giove

E’ il più grande di tutto il sistema planetario ed è il 5° pianeta del sistema solare, in ordine di distanza dal Sole.

La sua massa corrisponde a 2,468 volte la somma di quelle di tutti gli altri pianeti messi insieme.

È classificato, al pari di Saturno, Urano e Nettuno, come gigante gassoso.

Giove ha una composizione simile a quella del Sole: infatti è costituito principalmente da idrogeno ed elio con piccole quantità di altri composti, quali ammoniaca, metano ed acqua.

Per saperne di più guarda l’interessante documentario all’interno di questo articolo.

LEGGI altri articoli di CRONACA



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU