Bando ATA CONCORSO terza fascia 2017-2020 | Informazioni, moduli e come partecipare

Tempo di lettura stimato: 7 minuto/i


Bando ATA CONCORSO terza fascia 2017-2020

Disponibili i modelli di domanda (D1, D2 e D4) per l’aggiornamento degli elenchi e l’inserimento nelle graduatorie del prossimo triennio. Il bando Ata concorso terza fascia 2017-2020 è stato pubblicato con il Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che indice la procedura per aggiornare gli elenchi.

Termini

E’ possibile presentare la domanda a partire dal 30 settembre al 30 ottobre 2017 per partecipare al bando che si riferisce alle assunzioni per il triennio scolastico 2017 – 2020. Può candidarsi chiunque intende lavorare nelle scuole italiane in uno dei ruoli di ausiliario, tecnico o amministrativo (personale non docente).
Per triennio scolastico del bando Ata concorso terza fascia 2017-2020 s’intendono gli anni scolastici 2017-2018, 2018-2019 e 2019-2020.

CHI PUO’ PARTECIPARE

Possono partecipare al bando tutti coloro che sono in possesso dei titoli di studio richiesti (leggi sotto) per ciascun profilo professionale e dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza Italiana o di uno Stato UE;
  • età compresa tra i 18 e i 66 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva;
  • non essere coinvolti nei casi che ostacolano o impediscono l’accesso all’impiego nella Pubblica Amministrazione.


Bando Ata concorso terza fascia 2017-2020: VALIDITA’

Sono gli elenchi ai quali gli istituti scolastici fanno riferimento per assumere con contratti a tempo determinato personale non docente. Le graduatorie restano in vigore 3 anni (nel caso specifico 2017-2020) fino al successivo bando del Miur che sostituisce le graduatorie in vigore.
Il nuovo bando permette di aggiornare la propria posizione (per chi è già iscritto al triennio precedente) o l’inserimento nella nuova graduatoria (chi non è ancora iscritto).

Quali sono le scuole

Si tratta di istituti e scuole di istruzione primaria, secondaria, istituti d’arte, licei artistici, istituzioni educative e scuole speciali statali. Sono escluse le scuole della Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano, nelle quali gli Uffici Scolastici gestiscono in autonomia la pubblicazione degli avvisi pubblici per l’inserimento e l’aggiornamento degli elenchi.

Bando ATA concorso terza fascia 2017-2020: I REQUISITI SPECIFICI per accedere alle graduatorie

Non è richiesta alcuna esperienza ma solo il possesso dei requisiti necessari per lavorare nei ruoli Amministrativi, Tecnici o Ausiliari degli istituti scolastici. Sono stati predisposti appositi elenchi ai quali le scuole fanno riferimento per nuove eventuali assunzioni nei suddetti ruoli.

Profili professionali

Sono Assistenti Amministrativi e Tecnici, Cuochi, Infermieri, Guardarobieri, Addetti alle aziende agrarie e Collaboratori Scolastici (Bidelli), tutti profili rientranti nelle aree A, AS e B del personale Amministrativo, Tecnico e Ausiliario.

TITOLI DI STUDIO richiesti per ciascun PROFILO
  • Collaboratore Scolastico (Bidello)
    • diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale
    • maestro d’arte (diploma)
    • diploma di scuola magistrale per l’infanzia
    • qualsiasi diploma di maturità, attestati o diplomi di qualifica professionale (entrambi di durata triennale riconosciuti dalle Regioni);
  • Collaboratore Scolastico Addetti all’azienda agraria
    • diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico / agro industriale / agro ambientale;
  • Assistente Amministrativo
    • diploma di maturità;
  • Assistente Tecnico
    • maturità specifica, indicato in un’apposita tabella allegata al bando;
  • Cuoco
    • diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina;
  • Infermiere
    • laurea in infermieristica o altro titolo ritenuto valido dalla normativa vigente per esercitare la professione infermieristica;
  • Guardarobiere
    • diploma di qualifica professionale di operatore della moda.
LA SCELTA DELLA SCUOLA

Per scegliere l’istituto scolastico dove si vuole lavorare si deve accedere alla piattaforma ISTANZE ONLINE del MIUR e procedere alla scelta delle scuole quando la funzione sarà resta (presto) disponibile. Per l’accesso a IstanzeOnline è necessario registrarsi al sito e procedere al riconoscimento recandosi presso un (qualsiasi) istituto scolastico. E’ bene quindi seguire l’iter della registrazione al più presto per non perdere tempo utile per presentare la domanda di accesso al concorso (LEGGI LE ISTRUZIONI PER ACCESSO A ISTANZE ONLINE).

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Per essere inseriti nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto per il profilo di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere, guardarobiere, addetto alle aziende agrarie e collaboratore scolastico occorre produrre domanda utilizzando esclusivamente gli appositi modelli. La domanda può essere presentata:

  • a mano, direttamente all’istituzione scolastica prescelta che ne rilascia ricevuta
  • spedita con raccomandata con ricevuta di ritorno. In quest’ultimo caso, del tempestivo inoltro del modulo di domanda fa fede il timbro e la data dell’Ufficio postale accettante;
  • tramite Posta elettronica certificata.

La domanda non può essere inoltrata alle istituzioni scolastiche delle province di:

  • Bolzano;
  • Trento;
  • regione Valle D’Aosta.

Le relative Autorità adottano specifici ed autonomi provvedimenti per il reclutamento del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario della scuola.

Bando ATA concorso terza fascia 2017-2020: MODULI UTILI
  • BANDO – Decreto Ministeriale n. 640 del 30 agosto 2017 (e Nota Miur n.37883); (2.2 Mb, file “.zip”)
  • MODELLO DOMANDA D1 (Pdf, 77 Kb) per chi chiede di essere inserito in graduatoria per la prima volta.
  • DOMANDA MODELLO D2 (Pdf, 75Kb) utile a chi si è già iscritto nella graduatoria del triennio precedente per confermare l’iscrizione e per l’eventuale aggiornamento dei propri titoli e servizi.
  • MODELLO DOMANDA D4 (Pdf, 82 Kb) per coloro che devono chiedere il depennamento dalle graduatorie permanenti (24 mesi) oppure dalle graduatorie ad esaurimento provinciali (II fascia) e vuole presentare domanda di inserimento per la terza fascia in una provincia diversa.
  • GUIDA alla compilazione dei modelli (a cura del Centro nazionale FLC CGIL).
CASI PARTICOLARI
  • I titoli
    • conseguiti dai cittadini degli Stati membri dell’UE sono considerati validi se sono stati dichiarati equipollenti o equivalenti;
    • presentati da chi è già entrato nelle graduatorie del triennio precedente restano validi anche per il successivo triennio.
  • L’accesso alla graduatoria è consentito anche a chi ha prestato servizio per almeno 30 giorni (a tempo determinato) ed è in possesso anche di uno (o più) dei seguenti requisiti:
    • Iscrizione nelle graduatorie:
      • provinciali permanenti (24 mesi – art 554 del D.lgs 297/1994);
      • provinciali ad esaurimento per Collaboratori Scolastici, negli elenchi provinciali ad esaurimento per Assistenti Amministrativi, Assistenti Tecnici, Cuochi, Infermieri e Guardarobieri, di cui al DM 75 / 2001, o negli elenchi provinciali ad esaurimento di Addetto alle aziende agrarie, di cui al DM 35 / 2004;
      • d’istituto del precedente triennio.
DOMANDE COMUNI
  • SONO ISCRITTO AL TRIENNIO PRECEDENTE, COSA DEVO FARE?
    • E’ necessario CONFERMARE o AGGIORNARE la propria posizione utilizzando il MODELLO D2.
  • VORREI CAMBIARE PROVINCIA
    • Bisogna utilizzare il MODELLO D4 per presentare domanda di depennamento dalla graduatoria provinciale permanente o dall’elenco provinciale ad esaurimento. La domanda va presentata all’Ambito Territoriale della Provincia di riferimento contestualmente alla presentazione della nuova domanda di inserimento nelle graduatorie di terza fascia per la nuova provincia scelta. Le modalità e i termini per la presentazione del modello D4 sono gli stessi previsti per i modelli D1 e D2.
TI POTREBBERO INTERESSARE
@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all’Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU