Carlo Ancelotti esonerato dal Bayern | Potrebbe allenare di nuovo in Italia, ecco dove

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Carlo Ancelotti esonerato dal Bayern

Il club bavarese lo ha ufficializzato oggi: Carlo Ancelotti esonerato dal Bayern Monaco dopo le non brillanti recenti prestazioni della squadra.

Decisiva la sconfitta in Champions

I rumors davano la sua panchina a rischio già da un po’ di giorni ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la sconfitta di ieri sera in Champion’s League contro il Paris Saint Germain. Forse una sconfitta di misura lo avrebbe salvato ma ieri, al Parco dei Principi, il Bayern ha rimediato un sonoro 3-0 che non ha lasciato scampo ad Ancelotti. Per il momento si fanno diversi nomi come successori di Ancelotti ma la squadra passerà intanto al vice Willy Sagnol, ex difensore francese.

Carlo Ancelotti esonerato dal Bayern: il comunicato del club tedesco

Le prestazioni della nostra squadra sin dall’inizio non sono state all’altezza delle aspettative che avevamo riposto. La partita di Parigi ha dimostrato che dovevamo prendere delle decisioni”, dice il club. “Mi dispiace per Carlo, che rimarrà sempre mio amico ma abbiamo dovuto decidere per il bene del Bayern – ha affermato il presidente del club bavarese, l’ex attaccante (anche dell’Inter) Karl-Heinz Rummenigge“.



Il cammino in campionato

In 6 giornate di Bundesliga il Bayern di Ancelotti ha finora ottenuto 4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, non proprio un disastro per una squadra normale. Evidentemente non per un club come il Bayern Monaco che attualmente è 3° in classifica a soli 3 punti dal Borussia Dortmund.

Il club di Monaco di Baviera viene da un pareggio interno 2-2 contro il Wolfsburg e da due precedenti vittorie consecutive che sono arrivate dopo un criticatissimo stop esterno contro l’Hoffenheim alla terza giornata. Sconfitta che non è andata proprio giù a dirigenti e tifosi perché, tra l’altro l’Hoffenheim precede il Bayern al 2° posto a +1.

E adesso dove va Carlo Ancelotti?

Probabilmente resterà fermo per qualche settimana ma c’è da aspettarselo che alcuni grandi club italiani stiano pensando a lui per un imminente rilancio. Del resto il 58enne Ancelotti ha già allentato diversi grandi club europei partendo dal Parma nel ’96, passando poi alla Juve (1999-2001), Milan (2001-2009), Chelsea (2009-2011), Paris Saint Germain (2012-2013), Real Madrid (2013-2015), Bayern (2016-2017). Forse dunque è ora che torni ad allenare una squadra italiana e non sarebbe nemmeno il momento sbagliato, dato che alcune delle italiane sono a secco di titoli da troppo tempo. In pole potrebbe esserci proprio la squadra dove ha allenato di più, il Milan, ma occhio all’Inter e alla Roma i cui allenatori, ovviamente staranno già facendo gli scongiuri.

Il probabile futuro di Ancelotti
  • Milan 40%
  • Inter 30%
  • Roma 20%
  • Altro club europeo 10%
LEGGI ANCHE
@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all’Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU