È MORTO LEONE DI LERNIA | E purtroppo stavolta non è uno scherzo dello ZOO

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


LEONE DI LERNIA dello ZOO DI 105

Era la voce storica del seguitissimo programma tra i più matti e ascoltati in radio. Il 78enne Leone di Lernia dello Zoo di 105 era stato prima ricoverato, poi dimesso dall’ospedale. L’uomo che è stato capace, con il suo spirito e la sua musica, a unire il Sud al Nord (una volta tanto) … divertendo indistintamente tutti si è spento nella mattinata del 28 febbraio.

+++ AGGIORNAMENTO del 28 febbraio 2017 ++

Leone di Lernia è morto. Stava meglio tant’è che era stato dimesso dall’ospedale e nel video, a modo loro, quelli de “Lo Zoo di 105” avevano smentito le voci sul fatto che si fosse trattato di una finzione per rilanciare il programma..

Ma Leone di Lernia non c’è più per davvero.

Il video di Marco Mazzoli visibilmente provato dalla tristissima notizia.

A casa di Leone, il video

La situazione sembrava essere migliorata, tant’è che Leone era stato dimesso dall’ospedale. I ragazzi dello Zoo di 105 avevano trasmesso questo video.



La situazione nei giorni precedenti

Leone di Lernia dello Zoo di 105 è amatissimo dai radioascoltatori ma anche dai suoi compagni di squadra dai quali da 18 anni viene scherzosamente “maltrattato” verbalmente scatenando le risate di tutta Italia e dello stesso Leone che si diverte come un ragazzino.

Le sue condizioni non sono buone, lo rivela uno dei conduttori del programma radiofonico, Fabio Alisei, speaker, autore e conduttore, che sui social esprime grande preoccupazione.

Da qui la decisione di sospendere il programma almeno fino a lunedì 27 febbraio 2017.

Il video in ospedale

I messaggi di Alisei e Marco Mazzoli

Le parole di Alisei: “Non posso entrare molto nello specifico però Leo non sta bene ed è abbastanza grave. Siamo tutti molto preoccupati per lui“.

Dice Marco Mazzoli, l’altro conduttore dello Zoo: “Abbiamo iniziato questo lungo percorso radiofonico insieme! Per 18 lunghi anni, ci siamo insultati, augurati la qualsiasi. Ti ho fatto un milione di scherzi, abbiamo creato tormentoni indimenticabili e costruito il programma radiofonico più assurdo d’Italia!
Hai 80 anni, ma non hai mai mollato un secondo! Quando andiamo in onda, siamo cane e gatto, ma nella vita reale, ti voglio un bene indescrivibile!
Non mollare adesso, nessuna malattia potrà mai sconfiggere il guerriero che c’è in te!
Tieni duro vecchiaccio, perché voglio poterti insultare per altri 20 anni!

Ti voglio bene.

Tuo figliastro Marco

Leone di Lernia

Leone di Lernia (Trani, 18 aprile 1938), è un conduttore radiofonico e un cantante, nato in Puglia ma milanese d’adozione. Dopo la sua “prima giovinezza” vissuta in Puglia, si è trasferito a Milano quando non aveva ancora quarant’anni dove ha lavorato a lungo come cantante e comico dialettale in varie televisioni locali e dove ha inciso altri suoi dischi.

Negli anni ’90 la popolarità grazie alla radio, con la partecipazione a un programma in onda su Radio Montecarlo. Successivamente, dal 1999, è passato a Radio 105 nel programma “Lo Zoo di 105” condotto da Marco Mazzoli, Fabio Alisei, Pippo Palmieri, Wender, Paolo Noise e Gibba. Il programma ha suscitato in tutti questi anni momenti di grande divertimento tra gli ascoltatori, un bel po’ di polemiche per il linguaggio utilizzato e anche delle sospensioni e qualche abbandono (e ritorno) tra i partecipanti (compreso Leone). Oltre a qualche denuncia, l’ultima arrivata al programma proprio stamattina come annunciato dallo stesso programma oggi.

I 45 giri di Leone
  • 1968 – Trenta chili/Andiamo nei cieli
  • 1975 – Gaccia ad’avè/Spusatil Geuvè
  • 1977 – Gaccia a te Marì/U fesse ‘nnamerate
  • 1979 – Sfregamece/Vieni fuori
  • 1983 – Padron pensaci tu/Spremi spremi
  • 1989 – Ce cule ca tiene (Rap italiano)/Ce cule ca tiene (Rap pugliese)
  • 1991 – Ra ra ri- la la la pesce fritto e baccalà/Barhouse
  • 1991 – Lasciame ste’ (How gee)/Tu sì scemo
  • 1992 – La fatica non m’ingozza (Club mix)/La fatica non m’ingozza
  • 1992 – Tu sì pazze (Rhythm is a dancer)/Chi ruba (Sex machine)
  • 1993 – Disco Hauz
  • 1994 – Saludm a Sord/Voglio fare tanti soldi
  • 1995 – Think about the way (Pippo Baudo )/La Puglia Blues
  • 1997 – Cio’los…Tress

Leggi altre notizie dal mondo dello SPETTACOLO



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU