ORA LEGALE 2017 | STANOTTE sposteremo le lancette AVANTI

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


ORA LEGALE 2017

Ci siamo, tra sabato 25 e domenica 26 marzo bisognerà spostare le lancette degli orologi avanti di un’ora. Dopo 5 mesi si passa all’ora legale 2017.

Lancette AVANTI tra poche ore

Dunque alle ore 2 dell’ultimo weekend di marzo, nella notte tra sabato 25 e domenica 26, si passerà all’ora legale 2017. Le lancette dell’ora degli orologi passeranno “magicamente” dalle ore 2 alle ore 3 accelerando il trascorrere della notte e l’arrivo del mattino seguente. Alcuni vivono questa notte come una sorta di privazione di un’ora di sonno ma ci sono cose realmente più “gravi” nella vita, non si esageri dunque.

Ricordiamo che se gli orologi bisogna regolarli a mano, quelli di pc, smartphone e tablet si autoaggiornano (sempre se, nelle impostazioni, abbiamo spuntato la casellina di aggiornamento tramite la rete). In caso contrario, dovremo provvedere all’aggiornamento manuale dell’ora su tutti i dispositivi che utilizziamo.

Arrivederci ORA SOLARE

Come ogni anno, l’ora solare la rivedremo nella notte tra il 28 e il 29 ottobre 2017 quando bisognerà eseguire l’operazione inversa, ossia spostare le lancette di un’ora INDIETRO.



Perché cambia l’ora durante l’anno

Anche in Italia l’ora legale nacque, come misura di guerra, nel 1916 per risparmiare sui consumi di energia elettrica. Fu poi abolita e ripristinata più volte a causa della seconda guerra mondiale. Fu adottata definitivamente con la legge 503 del 1965, in periodo di crisi energetica, ma fu applicata per la prima volta nel 1996.

Tutti i paesi dell’Unione europea (più la Svizzera e i paesi dell’est Europa) dal 1996 adottano lo stesso calendario per l’ora legale. Dopo l’ottobre 2011, la Russia decise di sperimentare l’ora legale permanente salvo poi decidere di ripristinare l’ora solare quale orario di riferimento per tutto l’anno (ora solare permanente).

L’ora legale in Europa

Il protocollo che regolamenta l’ora legale in Europa stabilisce che per i tre fusi orari:

  • Europa
    • Occidentale (UTC)
    • Centrale (UTC+1)
    • Orientale (UTC+2)

il cambio dell’ora avvenga l’ultima domenica di marzo e l’ultima domenica di ottobre, allo scoccare delle ore 01:00 UTC.

Per i paesi (come l’Italia) che adottano il fuso orario dell’Europa centrale (UTC+1), quando scattano le ore 2:00 antimeridiane dell’ultima domenica di marzo a Berlino gli orologi vengono spostati avanti di un’ora. Vale a dire che l’ora che inizia alle 2:00 e termina alle 3:00 viene soppressa. Per esempio, in Italia da UTC+1 (ora legale invernale) si passa a UTC+2 (ora legale estiva).

Nel passaggio inverso (ossia il passaggio all’ORA SOLARE, che avviene l’ultima domenica di ottobre), quando scattano le ore 3:00 antimeridiane si riporta l’orologio indietro di un’ora. Ossia l’ora che inizia alle 2:00 e termina alle 3:00 viene ripetuta due volte. Per esempio, in Italia da UTC+2 (ora legale estiva) si passa a UTC+1 (ora legale invernale).

LEGGI anche


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU