Sistema Duale può farcela | “In Italia si può imparare lavorando”

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Sistema Duale può farcela

Lo ha detto stamattina nella conferenza stampa a Roma il Ministro Poletti secondo il quale il Sistema Duale può farcela.

Sistema Duale e nuovo contratto di apprendistato

Alla conferenza stampa tenutasi oggi a Roma per illustrare i dati sul nuovo contratto di apprendistato di primo livello e lo stato dell’arte degli avvisi regionali per l’avvio dei percorsi formativi, il Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali, Luigi Bobba, ha detto “la strada intrapresa è di certo buona, il Sistema Duale può farcela e ora occorre accelerare ed essere ancora più determinati” che ha poi proseguito dicendo “Sulla base delle norme approvate dal Governo, abbiamo avviato una strada “italiana” verso l’alternanza scuola/lavoro” e possiamo dire che “dai sistemi vigenti negli altri paesi della Unione Europea, l’Italia ha colto il meglio. Ora bisogna mettere in pratica quanto fatto sulla base normativa e farlo diventare un procedimento ordinario“.

Alla sperimentazione del Sistema Duale, avviata con il decreto legislativo 151/2015, hanno aderito tutte le Regioni e le due Province Autonome. Una decisione che, a giudizio del Governo, testimonia il clima di attenzione e di unanime cooperazione che si è creato attorno al progetto di ampliare la gamma di strumenti a contrasto della disoccupazione giovanile.

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti ha espresso la sua soddisfazione e il suo ottimismo. Secono il Ministro il Sistema Duale può farcela in quanto trattasi di “Un radicale cambiamento rispetto al passato con la legge sull’alternanza scuola-lavoro. Si sta inoltre lavorando per siglare intese con le grandi imprese italiane, con diverse reti di aziende e con le categorie economiche che possano contribuire a diffondere l’apprendistato formativo e l’alternanza scuola-lavoro. Passo dopo passo, stiamo costruendo il nuovo Sistema Duale e cerchiamo di accorciare il più possibile i tempi per un’efficace entrata a regime dei nuovi ordinamenti stabiliti dal Jobs Act e dalla Buona Scuola. Per questo, chiediamo a tutte le Regioni, che già hanno dato adesione al programma della sperimentazione, di accelerare anch’esse i tempi verso la programmazione dei piani formativi per dare un rapido avvio agli interventi rivolti ai giovani“.

Nel corso della conferenza stampa è stato anticipato il contenuto di un vademecum informativo, che sarà diffuso all’inizio di luglio, e si è svolto il punto sul coinvolgimento dei Centri di Formazione Professionale (CFP) nella sperimentazione del Sistema Duale.

Proprio sul versante della comunicazione, è stato presentato il piano di Italia Lavoro, realizzato in collaborazione con le Camere di Commercio, che partirà a breve e che punta a supportare e agevolare i Centri di Formazione Professionale, con linee guida e kit personalizzabili per le aziende. Ugualmente, il piano mira a formare e sensibilizzare le imprese sul ruolo svolto dai CFP e sugli ambiti e le modalità operative del Sistema Duale. La campagna, che si svolgerà da giugno a ottobre, prevede un evento di lancio, il 24 giugno, a Vercelli presso la sede della Camera di Commercio, manifestazioni ed eventi sul territorio, pubblicità su quotidiani, radio e web, campagne mailing mirate, partecipazione a fiere tematiche locali.

Gabriele Toccafondi, Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha dichiarato: “I dati che ha illustrato fotografano una situazione italiana molto peggiore sui partner europei. Disoccupazione giovanile al 38% (sebbene in discesa, rispetto al 44% di pochi mesi fa) e 17,6% degli studenti che abbandonano i percorsi scolastici intrapresi (negli istituti professionali la percentuale sale fino al 35%). Consapevole di ciò, il Governo ha messo in campo nuovi strumenti per fronteggiare questa piaga sociale agendo sulla riorganizzazione dell’apprendistato, unico contratto a valenza formativa del nostro ordinamento, introducendo l’alternanza scuola-lavoro come misura universale per tutti i percorsi formativi“.

LEGGI altri articoli sul tema LAVORO



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU