TINTARELLA senza rischi | Abbronzati e protetti con solari e corretta alimentazione

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


TINTARELLA senza rischi

Il primo sole, si sa, fa venire la voglia irrefrenabile di abbronzarsi e di sfoggiare quel colorito sano e dorato che fa tanto “estate”. Stare al sole, inoltre, dona una sensazione di benessere poiché stimola la produzione naturale di endorfine (gli ormoni del piacere), lo sapevate? E’ importante però abbronzarsi in modo “intelligente” per ottenere una tintarella senza rischi e preparare la pelle ai raggi solari, in modo da arrivare in spiaggia pronte a godere dei benefici del sole ma.. senza rischiare la pelle!

I cibi per proteggersi naturalmente dai raggi nocivi

Una sana alimentazione, ricca soprattutto di frutta e verdura, è fondamentale per consentire all’organismo di  sviluppare naturalmente la protezione ai raggi nocivi mentre si prende il sole e per scongiurare i rischi di ossidazione delle cellule e invecchiamento precoce della pelle. Molti i cibi che favoriscono l’abbronzatura e svolgono un’azione protettiva sulla pelle poiché ricchi di beta-carotene (soprattutto se assunti regolarmente e per almeno 30 giorni prima dell’esposizione). Tra questi spiccano sicuramente pomodori, albicocche, melone giallo, carote e zucca. Il modo migliore per trarre tutti i benefici di questi preziosi alleati della nostra estate è sicuramente sotto forma di fresche insalate o centrifugati, saremo sicuri così di aver preservato tutte le sostanze utili alla nostra salute.

Tintarella senza rischi: i rituali di bellezza “amici per la pelle”

Prima di esporre la pelle al sole è fondamentale eliminare lo strato di cellule morte e favorirne il turn over mediante uno scrub (meglio se naturale). E’ importantissimo idratare e nutrire la pelle dopo lo scrub, magari con un bell’impacco di olio di argan, prezioso per il suo alto contenuto di vitamine e sostanze nutrienti.



L’importanza dei solari

Perché la crema solare abbia effetto, è fondamentale applicarla uniformemente almeno 30 minuti prima di esporsi ai raggi solari e non direttamente in spiaggia! Se ci stiamo esponendo al sole per la prima volta, è assolutamente sconsigliato usare prodotti con un fattore di protezione troppo basso, scegliamo piuttosto il fattore adatto al nostro tipo di pelle da diminuire progressivamente man mano che ci si abbronza, tenendolo tuttavia abbastanza alto nelle prime applicazioni (per esempio una con fattore 30 consente di cominciare a colorirsi senza scottarsi).

LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU