Vietato pubblicare foto dei figli sui social | Genitori avvisati, si rischiano pesanti multe

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Vietato pubblicare foto figli sui social

“Una bella gita al mare con la mia piccola..”, “Guardate com’è bello mio figlio oggi..”, “Tesoro la tua mamma ti ama con tutta la sua anima..”. Sono solo alcuni dei messaggi che troviamo sulle varie bachece dei social network con tanto di foto in primo piano di inconsapevoli figli minorenni. Questi genitori ignorano però che questa loro abitudine non fa del bene al proprio figlio e potrebbe costare molto caro in quanto è vietato pubblicare foto figli sui social.

Il Tribunale di Roma mette in guardia

La mamma che non rispetta l’obbligo di eliminare le immagini del figlio 16enne dovrà pagare al ragazzo 10mila euro, lo ha deciso un giudice del Tribunale di Roma. La sentenza è datata 23 dicembre 2017 e rispetto a quelle precedenti (Mantova), fa discutere perché stavolta non c’è solo l’ordine di eliminare le foto ma la sanzione di 10mila euro nel caso non rispettasse l’obbligo. Non era mai accaduto fino ad oggi in Italia che scattasse anche la multa nei confronti del genitore trasgressore. Si sta forse seguendo l’esempio francese dove la violazione della privacy da parte dei genitori nei confronti dei figli fa scattare una multa di 45mila euro e la reclusione fino a un anno.

Era stato proprio il ragazzo a lamentare l’atteggiamento dei genitori separati che, senza il suo consenso, pubblicavano sui social le vicende legate alla loro separazione. Quei dettagli mettevano in imbarazzo il ragazzo che si era rivolto al giudice chiedendo di potersi trasferire altrove per vivere tranquillo, lontano dai litigi dei genitori.

La LEGGE

L’articolo 96 della legge sul diritto d’autore (legge 633/1941) prevede che il ritratto di una persona non possa essere esposto senza il suo consenso, fatte salve poche eccezioni. Il giudice del Tribunale di Roma avrà fatto riferimento pure all’articolo 16 della Convenzione sui diritti del fanciullo del 20 novembre 1989. L’articolo recita così: “Nessun bambino può essere sottoposto ad interferenze arbitrarie o illegali che ledano la sua vita privata, la sua famiglia, la sua casa, il suo onore o la sua reputazione“.

Il Codice civile, tra l’altro, disciplina l’abuso dell’immagine altrui (negli articoli 147 e 357 del Codice civile sono ormai compresi, tra i doveri dei genitori, anche quelli di gestire al meglio l’immagine pubblica dei figli minori).



Vietato pubblicare foto figli sui social: quali casi comprende il divieto

I diritti dei minori appena citati valgono a maggior ragione nei casi dei figli di genitori separati e divorziati che maggiormente devono tutelare i figli (anche dalle loro “battaglie di coppia”). E quando si parla di social si fa riferimento non solo ai vari Facebook, Twitter, Instagram, Google+, Pinterest (ecc..) ma anche a quelle app di chat come Whatsapp, Telegram e via discorrendo..

I genitori (distratti ed egoisti) sono dunque avvisati………

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU