Elezioni politiche 4 marzo, scatta il silenzio elettorale | Violazione e sanzioni, cosa dice la legge

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Violazione SILENZIO ELETTORALE sanzioni

Chiusa la campagna elettorale, scatta la giornata del silenzio, attenzione alla violazione silenzio elettorale sanzioni. Le urne saranno aperte dalle ore 7 alle 23 per permettere ai 46 604 925 italiani aventi diritto al voto di esprimere le proprie preferenze per il rinnovo del Parlamento.

Un momento di “riflessione”

Il silenzio elettorale è un momento di “riflessione forzata” in cui è vietato continuare a fare propaganda elettorale nel giorno precedente e in quello delle elezioni. In Italia la Legge 212 del 4 aprile 1956 (“rivisitata” negli anni) parla chiaro regolamentando la propaganda (e il silenzio) elettorale, vediamola nel dettaglio (riguardo al silenzio elettorale).

L’Art. 9 della Legge 212 del 4 aprile 1956

Dal giorno antecedente quello della votazione (sabato 3 marzo 2018) a quello della chiusura delle operazioni di voto, sono vietati:

  • comizi;
  • riunioni di propaganda elettorale (diretta o indiretta) nei luoghi pubblici o aperti al pubblico;
  • nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti“.

Nei giorni destinati alla votazione, è vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di metri 200 dall’ingresso delle sezioni elettorali. E’ consentita la nuova affissione di giornali quotidiani o periodici nelle bacheche poste in luogo pubblico, regolarmente autorizzate alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi“.



Violazione silenzio elettorale SANZIONI

Chiunque contravviene alle norme di cui al presente articolo (Art. 9 citato sopra, n.d.r.), è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 103 a euro 1032“.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU