Auchan ritira l’Acqua Sant’Anna | Il richiamo riguarda un lotto, ecco la causa

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Auchan ritira Acqua Sant Anna

Uno strano odore proveniente dalle bottiglie di acqua ha provocato la drastica decisione. Auchan ritira Acqua Sant Anna, ecco tutti i dettagli del richiamo che riguarda un lotto preciso. Diversi giorni dopo, il richiamo è stato revocato dal fornitore Fonti di Vinadio. Per qualunque informazione rivolgersi ai seguenti contatti: Servizio Consumatori S.Anna Tel: 0171.959433 Indirizzo mail: info@santanna.it.

Un odore anomalo

Auchan ha comunicato di aver deciso di ritirare dagli scaffali diverse confezioni da 1500 ml di Acqua Sant’Anna. Auchan ritira Acqua Sant Anna e il motivo è la possibile alterazione organolettica (odore anomalo per eventuale presenza di tracce di H2O2/CH3COOH). L’azienda invita gli acquirenti a restituire al punto di vendita eventuale merce acquistata non ancora consumata.

Vinadio precisa che non si sono verificate contaminazioni né malori legati al consumo dell’acqua. Ha spiegato il cattivo odore attribuendolo alla conservazione delle bottiglie e a un probabile choc termico.

Verrebbe da chiedere, com’è ovvio in questi casi: e se il consumatore l’ha già consumata? Non siamo dei medici ma se, dopo averla consumata, si dovessero avvertire dei malori, il consiglio è di correre al pronto soccorso oppure informare il proprio medico.

I dettagli del prodotto richiamato

  • Nome prodotto: Acqua Sant’Anna Minerale Naturale – Sorgente Rebruant
  • Confezione: 1500 ml
  • Codice EAN: 8020141800002
  • Ragione sociale del commercializzatore: FONTI DI VINADIO SPA
  • Lotto di produzione: L7012NOH
  • Nome del produttore sede dello stabilimento: FONTI DI VINADIO SPA – Frazione Roviera – 1010 Vinadio (CN)
  • Data di scadenza o termine minimo di conservazione (TMC): gennaio 2019
  • Motivo del richiamo: Possibile alterazione organolettica (odore anomalo per eventuale presenza di tracce di H2O2/CH3COOH). Si invitano gli acquirenti a restituire al punto di vendita eventuale merce acquistata non ancora consumata.

P.S. : l’indicazione del lotto e della scadenza si può leggere nella parte alta di ogni bottiglia.



LEGGI anche


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU