Bufala via Whatsapp buono Ikea | La catena di sant’Antonio da 500 euro

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Bufala via Whatsapp buono Ikea

L’ennesima catena di sant’Antonio, la bufala via Whatsapp buono Ikea che illude chi la riceve che rispondendo ad alcune domande potrà utilizzarlo per fare spesa gratis.

Hai ricevuto anche tu il messaggio?

Su Whatsapp sono centinaia gli utenti che hanno ricevuto il messaggio che promette di regalare un buono sconto Ikea da 500 euro. Il messaggio è più o meno sempre lo stesso: “Hai visto mai… pensavo che era una fregatura e invece l’ho appena preso!“. E’ solo l’ultima delle tante catene di sant’Antonio che recentemente gli sviluppatori di Whatsapp hanno deciso finalmente di combattere. Il fenomeno è ormai molto diffuso da tempo e la cosa altrettanto preoccupante è che ci sia ancora gente che cade nella trappola.

Come riconoscere la bufala

Uno dei primi segnali è proprio la frase che spesso contiene errori grammaticali talvolta anche gravi. L’altro segnale è lo strano link che non riporta mai una dicitura chiara a un sito noto, nel caso specifico non rimanda nemmeno al sito ufficiale di Ikea. Si apre invece una paginetta web molto strana contenente una serie di domande dall’ovvia risposta per far cadere nel tranello i malcapitati. Lo step finale è quello dell’invito della pagina a condividere il test con 15 gruppi o amici su Whatsapp (ecco la catena di sant’Antonio). Infine quello di indicare il proprio indirizzo di posta elettronica che permetterà di chiedere il presunto (quanto inesistente) buono.



Rischi

Se siete caduti nella trappola c’è poco da fare: nella migliore delle ipotesi la vostra casella mail sarà invasa da spam, in questo caso cambiate mail! Nella peggiore delle ipotesi si riceveranno virus o tentativi di phishing, pure in questo caso cambiate mail e fate attenzione al vostro conto corrente (paypal, carte, ecc..).

Naturalmente il primissimo consiglio è quello di NON cliccare sul link e di NON condividere nulla con nessuno.

Bufala via Whatsapp buono Ikea che smentisce

In una nota “IKEA ITALIA RETAIL S.R.L. segnala la sua totale estraneità riguardo all’invio di e-mail o di messaggi tramite sistemi WhatsApp Messenger o Facebook Messenger aventi per oggetto ‘Buono spesa IKEA da 150 Euro’, ‘Buono spesa IKEA da 900 Euro’, ‘Buono IKEA da euro 500’, ‘Voucher 75€ per anniversario IKEA 75 anni’. Al fine di tutelare i propri clienti IKEA sta intraprendendo tutte le necessarie azioni tese a far luce sull’accaduto. Nessun dato in possesso di IKEA è stato utilizzato per la creazione ed invio delle e-mail o messaggi in oggetto“.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU