Mariella NAVA su Techetecheté | Puntata insieme a Fossati e Buzzanca

loading...

Mariella NAVA su Techetecheté

Protagonista della puntata di mercoledì 12 luglio su Rai1 (ore 20:35) senza nulla togliere agli altri 2 protagonisti. Mariella Nava su Techetecheté che trasmetterà alcuni dei grandi momenti che la cantautrice tarantina ha regalato al pubblico. Nel programma vedremo anche momenti di Ivano Fossati e dell’attore Lando Buzzanca.

Appuntamento da non perdere

Techetecheté trasmetterà su Rai1 pezzi importanti della carriera di Mariella Nava, determinanti passaggi della sua carriera che l’hanno portata ad affermarsi come grande cantautrice.

Nel 2017 è uscito il suo ultimo lavoro, “Epoca”, il nuovo album di inediti annunciato dalle anteprime “Prima di noi due” e “Il nostro correre” nei giorni precedenti al Natale 2016. “Epoca” festeggia il trentennio di carriera iniziata da quel suo primo festival di Sanremo del 1987 proprio nei giorni di uscita. Un album che collega tradizione e futuro della canzone italiana e in cui Mariella scrive, interpreta, suona e arrangia circondandosi dei suoi più affezionati musicisti.



I brani del suo ultimo album

1. Epoca
2. Lo scontrino (Un’Arte)
3. Pensa l’emozione
4. Bravissimi tutti
5. Ho bisogno di te
6. Ogni artista ha un cappello
7. La ferita
8. Prima di noi due
9. Bellissimo
10. Il nostro correre
11. Cielo rosso
12. E non ci lasceremo più
13. La città dei Giusti

Prima di vedere Mariella Nava su Techetecheté facciamo dunque un passo indietro per ripercorrere anche noi il grande percorso artistico di Mariella Nava.

Com’è cominciata

57 anni (Taranto, 3 febbraio 1960), Mariella Nava è nata con la musica e già a 7 anni comincia a studiare pianoforte, più tardi prosegue con gli studi di composizione. Nascono sul suo diario le prime frasi e i primi versi che poi diventeranno i testi delle sue canzoni grazie anche ai suoi amici che la incitano a farle conoscere. E così Mariella prende coraggio e invia una sua canzone a Gianni Morandi (“Questi figli”) che non ci pensa due volte. Colpito dalla sensibilità del testo e della musica, e convinto delle sue qualità, la incide.

Le prime grandi soddisfazioni

Nel 1987 firma il suo primo contratto discografico, partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Fai piano” e pubblica il primo album “Per paura o per amore”. Scrive nel 1989 per Ornella Vanoni il brano “Effetti speciali” e per Eduardo De Crescenzo il brano “Come mi vuoi” cantata poi anche dalla grande Mina. Nel 1990 incide il suo secondo album “Il giorno e la notte”.

La consacrazione

Arriva nel 1991 quando Mariella Nava scrive il testo del brano “Spalle al muro”, cantato da Renato Zero che si classifica al 2° posto del Festival di Sanremo. Mariella Nava su Techetechete la vedremo forse mentre canta un brano del suo 3° album, “Crescendo”, inciso a Londra. Scrive poi per Mietta i brani “Il gioco delle parti” e “Ti sto cercando”, per Amii Stewart, “Warm embrace” e per Irene Fargo “Facile” e “Inverno”. Nel 1992 incide l’album “Mendicante e altre storie” e nel 1994 l’album “Scrivo”. Nello stesso anno vince il Premio Volare consegnatole dal grande Domenico Modugno grazie al brano “Terra mia” cantato da Mariella al Festival di Sanremo e dedicato al Sud. Segue un brano scritto per Loredana Bertè, “L’esodo” che precede una raccolta di brani intitolata “Uscire”.

L’amicizia con Renato Zero

Da quel brano del ’91 scritto per Renato Zero, nasce una bella amicizia che produce un altro brano scritto (“Un altro pianeta”) e la partecipazione di Mariella a diversi concerti di Renato Zero. Lei definisce il loro rapporto «E’ un bellissimo rapporto di amicizia profonda che va oltre a quello professionale. Quando possiamo ci vediamo e ci sentiamo. Ci scriviamo in qualunque modo le nostre sensazioni, quando facciamo delle cose importanti ce le comunichiamo. Continuiamo a collaborare, quando ha voglia di cantare le mie canzoni sa che ci sono sempre e lui per me.. e quando ho un’idea gliela propongo».

Festival di Sanremo e non solo

Mariella Nava su Techetecheté sarà probabilmente anche l’occasione per rivedere la sua partecipazione al Festival di Sanremo nel 1999 quando si è classificata al 3° posto con il brano “Così è la vita” che è il titolo di uno dei suoi album insieme all’altro album “Dimmi che mi vuoi bene”. Ancora collaborazioni con altri artisti del calibro di Mango e di Amedeo Minghi che si presenta al Festival di Sanremo 2000 con il brano scritto a 4 mani “Futuro come te”. Scrive ancora per Gigi D’Alessio “Verrà il tempo” e per Lucio Dalla “Notte americana”. Ancora una partecipazione al Festival di Sanremo 2002 ottenendo un buon 6° posto con il brano “Il cuore mio” con il quale vince il “Premio più per la vita” assegnato dalla LILT per i contenuti sociali del testo.

Tra il 2004 e il 2005 pubblica l’album “Condivisioni”, un doppio CD di cui il primo riprende brani da lei scritti per gli altri artisti coi quali canta in questo cd, mentre il secondo contiene otto inediti tra i quali “It’s forever” scritta in inglese e in italiano e cantata in coppia con la cantante statunitense, oggi 74enne, Dionne Warwick (cugina della compianta Whitney Houston) che è stato l’inno dei campionati mondiali di sci di Bormio 2005. Parte del ricavato delle vendite è stato poi devoluto ad Amnesty International.

Ancora tanta musica

Nel 2005 partecipa alla 2a edizione del reality Music Farm, in onda su Rai 2 insieme agli artisti Francesco Baccini, Dolcenera, Fausto Leali, Iva Zanicchi, Franco Simone, Linda Valori, Gerardina Trovato, Danny Losito e la sua concittadina Mietta. Dal 2006 al 2008 escono il cd singolo “L’assaggio” con 2 brani inediti “Guarda giù”, “La strada”, “Dentro una rosa” e “Stasera torno prima” a sostegno delle famiglie delle vittime degli incidenti sul lavoro.

Nel 2009 partecipa al progetto di Laura Pausini “Amiche per l’Abruzzo” con il live di San Siro e con il successivo dvd. Scrive poi il brano “Spera o spara” per Renato Zero nell’album “Presente”. Tra spot e incontri con gli studenti di varie scuole, Mariella è presente nuovamente nell’album di Renato Zero “Puro Spirito” con il brano “Testimone”.

I recenti lavori

All’inizio del 2012 esce il suo album “Tempo mosso” e nel 2013 “Sanremo sì, Sanremo no” una raccolta di brani rielaborati presentati al Festival di Sanremo fino a quel momento da Mariella Nava contenente gli inediti “Fisionomia” e “Il viaggio”. La stessa compilation esce poi in edizione limitata di mille copie, ampliata e arricchita di due inediti “Un minuto di silenzio” e “Non ci vuole un granchè” candidati a Sanremo 2014. Infine, quello più recente di cui abbiamo parlato in apertura, l’album “Epoca”.


LEGGI ANCHE
@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU