Marocchino vendeva droga nel sanremese | Arrestato giovane 26enne

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Marocchino vendeva droga nel sanremese

I Carabinieri della Compagnia di Sanremo, nel pomeriggio di ieri, hanno assistito alla scena in cui un marocchino vendeva droga nel sanremese.

Marocchino vendeva droga nel sanremese: arrestato

Il marocchino era intento a cedere sostanze stupefacenti a un uomo francese di 45 anni e così il 26 enne del Marocco è stato arrestato dai Carabinieri.
I militari dell’Arma, durante un normale servizio esterno di pattuglia, hanno notato un’auto medica francese passargli davanti.
Insospettiti per la presenza di tale particolare tipo di veicolo nella città dei fiori, i Carabinieri hanno deciso di osservare gli spostamenti del conducente. Con stupore hanno notato un uomo scendere dal mezzo e avvicinarsi a un giovane magrebino presente in prossimità della vecchia stazione ferroviaria di Sanremo.
I Carabinieri hanno visto davanti ai propri occhi una cessione di sostanza stupefacente del tipo eroina da parte del nordafricano a favore dell’uomo dietro il pagamento di un corrispettivo in denaro.
Osservata l’incredibile scena, i Carabinieri sono passati all’azione bloccando lo spacciatore e il conducente dell’auto medica. Entrambi sono stati sottoposti a perquisizione personale. Il francese è stato trovato in possesso di due involucri contenenti eroina mentre lo spacciatore del denaro poco prima ricevuto dal “cliente”.
I militari hanno così accompagnato i due uomini in caserma. Il marocchino, spacciatore, è stato ammanettato e tratto in arresto e condotto al carcere di Imperia. Il francese 45enne è stato invece segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti.

LEGGI altri articoli dalla LIGURIA



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU