Sinead O’Connor | Nuovo ricovero in ospedale, prima aveva detto “Sono sola e malata”

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Sinead O Connor malattia

In tutto il mondo si sta diffondendo il video disperato dell’artista irlandese scomparsa da oltre un anno dalla scena musicale. Sinead O Connor malattia diagnosticata tempo fa e identificata come un disturbo bipolare, la stessa che probabilmente è stata la causa dei malesseri e delle minacce di suicidio.

+++ Aggiornato in data 15 agosto 2017 +++

Sinead O Connor malattia: serve aiuto, prima che sia troppo tardi..

Evidentemente più che uno sfogo, il video pubblicato dalla cantante è una sorta di richiesta di aiuto e anche un po’ una confessione nella quale Sinead si lascia andare scoppiando in lacrime. Tanti i motivi della solitudine legata anche al fatto che ha perso la custodia del figlio di 13 anni e che la sua famiglia non vuole starle vicina. Il tredicenne è uno dei quattro figli da lei avuti da quattro unioni diverse.  Nel video si vede la cantante 54enne affranta, seduta su un letto di una camera d’albergo del New Jersey denunciando tutte le sue sofferenze e la sua amarezza.

Ha parlato anche delle sue tre malattie mentali lanciando un preoccupante “grido” di aiuto: “Sono completamente sola, non c’è nessuno nella mia vita“. Speriamo che qualcuno si attivi al più presto per aiutare questa persone in evidente difficoltà, prima che sia troppo tardi…



Fosse stato per me, sarei tornata da mia madre…

O’Connor parla dell’allontanamento da parte dei suoi familiari che le starebbero facendo pagare alcune sue decisioni ritenute probabilmente sbagliate. Dice l’artista in lacrime: “Sto combattendo come fanno milioni di persone. Se fosse stato per me io sarei già tornata da mia madre perché ho camminato su questa terra da sola per due anni a causa dei miei maledetti problemi mentali e mi fa arrabbiare il fatto che nessuno si sia preso cura di me“.

IL VIDEO

Il successivo annuncio del ricovero in ospedale

Il 12 agosto 2017 Sinead ha detto nel video: “Sono completamente distrutta, di nuovo. Dovrò tornare in ospedale, non sono riuscita a dormire per tutta la notte. Vivo un incubo, non riesco a farcela al di fuori dell’ospedale, dovrò tornarci e senza i miei bambini, i miei familiari e il mio iPad, non sarà facile. Tutto questo è insopportabile, ma non riesco a vivere a casa. Starò bene, l’ospedale è bello e ha un personale fantastico. L’ambulanza sta per venire a prendermi, quindi ricominciamo“.

LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU