Allerta meteo rossa 30 ottobre | Massima attenzione in 5 regioni, il maltempo fa 10 vittime

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Allerta meteo rossa 30 ottobre 2018

Nelle prossime 24 ore il centro di bassa pressione s’indebolirà essendosi spostato sull’Europa centro-settentrionale. Di conseguenza il tempo sul nostro Paese diverrà meno perturbato. In diverse città del Lazio, Veneto, Campania e Liguria scuole ancora chiuse. Per martedì la Protezione civile ha emesso l’allerta meteo rossa 30 ottobre 2018 per rischio idraulico e idrogeologico su alcune regioni. L’allerta di moderata criticità è GIALLA in molte altre. La Protezione Civile avverte: “limitare gli spostamenti per possibile peggioramento delle condizioni“.

*** Articolo aggiornato alle ore 15 di martedì 30 ottobre ***

Sette vittime per il maltempo e scuole chiuse

Il bilancio alle ore 21 di lunedì 29 ottobre parla purtroppo di 10 vittime a causa del vento che ha raggiunto anche i 180 km all’ora. Due morti a Terracina e 2 persone a Frosinone morte schiacciate nella loro auto travolte dalla caduta di un albero. A Napoli un ragazzo di 21 anni è morto travolto da un albero caduto a causa del fortissimo vento mentre camminava.

Una sesta persona è morta ad Albisola Superiore (Savona), colpita dalla caduta di un cornicione. E a Feltre (Belluno) la settima vittima sempre colpita da un albero. La decima vittima è un pescatore, il cui corpo è stato recuperato dal lago di Levico, in Trentino.

Il tempo per le prossime ore

Come riferiscono gli esperti di “Meteo.it”, i venti meridionali si attenueranno progressivamente disponendosi da sud-ovest; temporaneamente affluiranno anche masse d’aria più fresche. Mercoledì è previsto l’avvicinamento da ovest di una nuova attiva perturbazione che interesserà soprattutto le estreme regioni nord-occidentali, destinata poi ad attraversare il Paese nel corso di giovedì.

In seguito, nell’ultima parte della settimana, le condizioni meteorologiche dovrebbero migliorare, con temperature che, specialmente al Centro Sud, si assesteranno su valori sensibilmente superiori alla norma. Per la giornata di martedì 30 ottobre, la Protezione Civile ha emesso l’allerta meteo rossa e arancione.



Dichiarato stato mobilitazione del Servizio nazionale della protezione civile

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato la dichiarazione dello stato di mobilitazione del Servizio nazionale della protezione civile, accogliendo così la richiesta del Presidente della Regione Veneto di domenica 28 ottobre.

La mobilitazione straordinaria del Servizio nazionale a supporto dei sistemi regionali interessati consente il coinvolgimento coordinato delle colonne mobili delle altre Regioni e Province autonome, del volontariato organizzato di protezione civile e delle strutture operative nazionali, attraverso il coordinamento del Dipartimento della protezione civile nazionale. Si tratta di uno strumento introdotto dal Codice della protezione civile che permette di rispondere a situazioni di eccezionale criticità previste e in atto.

ELEVATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ROSSA
  • Friuli Venezia Giulia: Bacino del Livenza e del Lemene.
  • Lombardia: Orobie bergamasche, Nodo idraulico di Milano.
  • Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento.
  • Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Adige-Garda e monti Lessini, Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone.
Allerta meteo rossa 30 ottobre 2018: ELEVATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO
  • Friuli Venezia Giulia: Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino del Livenza e del Lemene
  • Liguria: Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Levante
  • Lombardia: Valcamonica, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi Varesine, Laghi e Prealpi orientali
  • Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento
  • Veneto: Adige-Garda e monti Lessini, Piave pedemontano, Alto Piave, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone.

ATTENZIONE: per consultare le altre allerte di moderata e ordinaria criticità (arancione e gialla) scarica il Bollettino completo di criticità del 29 ottobre 2018 (file compresso “.zip”).

Previsioni meteo per mercoledì 31 ottobre

Al mattino schiarite ancora ampie in Sardegna, sulle regioni centro meridionali e nel Nordest; nubi in addensamento sulla Sicilia, con qualche pioggia nel sud dell’isola. Piogge sparse in Liguria, specie a Ponente, e in Piemonte; deboli piogge isolate sull’ovest della Lombardia. Nel corso della giornata nubi in aumento su tutte le regioni, con precipitazioni principalmente sull’estremo nordovest, nel sud della Calabria, nel sud e sull’est della Sicilia; rovesci isolati sulla Sardegna tirrenica.

La sera graduale peggioramento sulle regioni centrali tirreniche.Limite delle neve a circa 1600 sulle Alpi occidentali. Temperature in aumento su Sardegna, regioni centrali e Nordest. Venti tesi di scirocco su tutti i bacini di ponente.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

La Gazzetta Digitale

Torna SU