Contributi | A Bari un sostegno alle famiglie, ecco a chi spetta

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Contributi | A Bari un sostegno alle famiglie, ecco a chi spetta

Contributi alle famiglie disagiate per dare loro un sostegno per rendere meno difficile la vita. Il Comune di Bari ha adottato questa misura, finanziata con fondi regionali, per sostenere le famiglie numerose (quelle residenti nella città di Bari che abbiano 4 o più figli minori e reddito ISEE pari o inferiore a 20mila euro) riconoscendo loro un contributo economico per diverse tipologie di spese sostenute (e documentate) nel periodo che va dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2014. Il sostegno sarà “erogato” in due modalità: con il rimborso delle spese sostenute per il pagamento di Tares/Tari per l’abitazione principale, rette degli asili nido e costi delle mensa nelle scuole d’infanzia e primarie e con il rimborso delle spese sanitarie (visite e cure mediche specialistiche, cure riabilitative, acquisto occhiali da vista, ecc..), l’acquisto di materiali didattici e supporti informatici, le spese per attività sportive e formative e per l’abbonamento ai trasporti pubblici di competenza comunale. I fondi regionali non sono illimitati ma ammontano a € 180.544,48 (€ 135.408,36 per la prima modalità di sostegno e € 45.136,12 per la seconda). La concessione dei contributi, fino ad un massimo di € 2.500, avverrà nel rispetto della graduatoria e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Scarica gratis l’avviso per la concessione di contributi economici. Il termine ultimo per partecipare all’avviso è il 18 dicembre 2015. Le domande dovranno essere consegnate presso il Segretariato Sociale del Municipio di appartenenza.

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER

@ Riproduzione riservata



Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Commenta l'articolo

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica

La Gazzetta Digitale

Torna SU