Distribuzione mascherine alla popolazione contro il coronavirus | In alcune zone del nord sì, al centro e al sud si ricorre al “Fai da te”

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Distribuzione mascherine alla popolazione

Dal 3 marzo la Protezione civile ha distribuito 25 mila mascherine chirurgiche alle zone del nord maggiormente colpite, al resto d’Italia, diventato anche zona rossa, la distribuzione mascherine alla popolazione non è ancora stata prevista.

I COMUNI DEL NORD DOV’è STATA DISTRIBUITA LA MASCHERINA CHIRURGICA

Le mascherine sono state distribuite alla popolazione degli 11 comuni della zona rossa del focolaio coronavirus:

  • Lombardia
    1. Bertonico
    2. Casalpusterlengo
    3. Castelgerundo
    4. Castiglione D’Adda
    5. Codogno
    6. Fombio
    7. Maleo
    8. San Fiorano
    9. Somaglia
    10. Terranova dei Passerini;
  • Veneto
    1. Vo’.

MASCHERINE ANCHE AL PERSONALE SANITARIO

400 mila mascherine di protezione di tipo ffp2 e ffp3 (entrambe dotate di filtri) sono state consegnate al personale sanitario di tutte le regioni italiane.



LA DISTRIBUZIONE NELLE CARCERI ITALIANE

Oggi, 10 marzo 2020, è previsto l’arrivo di 100 mila mascherine per i penitenziari italiani. Saranno consegnate a chiunque entri a vario titolo in un istituto. Lo ha annunciato il ministero della Giustizia con l’intento di riprendere nel più breve tempo possibile i colloqui dei detenuti con i propri familiari.

MASCHERINE INTROVABILI PER GLI ALTRI, RESTO DEL NORD, CENTRO E SUD ATTENDONO LO STESSO TRATTAMENTO

E’ un dato di fatto ormai da giorni: le mascherine non si trovano né nei negozi né online, eccetto alcune mascherine online vendute a prezzi esorbitanti e che saranno consegnate non prima di 14/20 giorni.

Le popolazioni del centro, del resto del nord e del sud Italia si aspettano di essere aiutate com’è stato fatto per le zone focolaio del nord Italia. Non si sa ancora se il Governo stia pensando a questo o se ha difficoltà a reperire altre mascherine (ne servono migliaia e migliaia) ma sarebbe bene muoversi al più presto e trovarne, se necessario all’estero e distribuirle quanto prima al resto della popolazione d’Italia. La gravità della situazione lo impone.

MASCHERINE “FAI DA TE”

Su Youtube sta circolando un video che spiega come preparare una maschera sufficientemente efficace per cercare di ridurre i rischi di contagio. Non si parla di mascherine con filtro ffp2 o ffp3 ma sono mascherine simili a quelle utilizzate dal personale sanitario. Precisiamo che si parla di mascherine del tipo “usa e getta” che bisogna cambiare ogni 6/8 ore.

Vista l’impossibilità a reperirle, vale la pena di provare a farle, anche perché è molto semplice prepararle. Ecco il video:

Come indossare, rimuovere e smaltire in modo corretto una mascherina

Affinché sia efficace e sicura, bisogna sapere come va utilizzata la mascherina. Ce lo spiega il Ministero della Salute.

È importante seguire alcune regole per indossare, rimuovere e smaltire in modo corretto una mascherina. Altrimenti questo dispositivo, usato per ridurre il rischio di contagio, “invece di proteggerci può diventare una fonte di infezione a causa dei germi che potrebbero depositarsi sopra”. Lo spiega l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in un videotutorial pubblicato sul suo sito web.

IL VIDEO TUTORIAL dell’Oms
  • 1. Prima di indossare una mascherina, pulire le mani con un disinfettante a base di alcol o con acqua e sapone
  • 2. Nel coprire la bocca e il naso, assicurarsi che non vi siano spazi tra il viso e la mascherina
  • 3. Evitare di toccare la mascherina mentre la si utilizza e, se necessario farlo, pulire prima le mani con un detergente a base di alcool o acqua e sapone
  • 4. Sostituire la mascherina con una nuova non appena è umida e non riutilizzare quelle monouso
  • 5. Per togliere la mascherina: rimuoverla da dietro (senza toccare la parte anteriore); buttarla immediatamente in un contenitore chiuso; pulire le mani con un detergente a base di alcool o acqua e sapone.

Quando va indossata la mascherina?

L’Oms raccomanda di usare la mascherina di protezione solo se si sospetta di aver contratto il nuovo Coronavirus e si presentano sintomi quali tosse o starnuti, oppure se ci stiamo prendendo cura di una persona con sospetta infezione da nuovo Coronavirus.

L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte. L’uso razionale delle mascherine è importante per evitare inutili sprechi di risorse preziose.

AMUCHINA ANCH’ESSA INTROVABILE, SU YOUTUBE IL CHIMICO, prof. DARIO BRESSANINI, SPIEGA COME REALIZZARLO IN CASA
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 101
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU