Come richiedere una utenza SPID | L’identità digitale per utilizzare tanti servizi della PA

Tempo di lettura stimato: 9 minuto/i


Come richiedere una utenza SPID

Si tratta del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), ed è la soluzione che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Molto utile e sicuro, consigliamo di dotarsene quanto prima per usufruire di tanti servizi stando comodamente a casa evitando inutili code e attese presso uffici e sportelli. Vediamo come richiedere una utenza SPID.

Le 3.647 amministrazioni (dato aggiornato al 21 febbraio 2017) che erogano 4.146 servizi abilitati SPID, esponendo il bottone di accesso SPID, consentono già l’accesso ai propri servizi online tramite identità digitale unica.


INDICE

(Come richiedere una utenza SPID)

Le caratteristiche di SPID

  • Semplice
    Prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, accesso alla rete wi-fi pubblica, pratiche d’impresa… con un’unica password
  • Sicuro
    Il sistema SPID assicura la piena protezione dei tuoi dati personali, non è consentito alcun tipo di profilazione; la tua privacy è garantita
  • Veloce
    Con SPID puoi accedere velocemente ai servizi online della pubblica amministrazione ovunque ti trovi e da qualsiasi dispositivo

(Come richiedere una utenza SPID)



Cosa è l’SPID

Prima di vedere come richiedere una utenza SPID è importante che sia chiaro che si tratta del sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale unica. L’identità SPID è costituita da credenziali (nome utente e password) che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online.

Come richiedere una utenza SPID: quali documenti servono

Per richiedere e ottenere le credenziali SPID è necessario avere:

  • documento di identità valido (carta di identità, passaporto, patente, permesso di soggiorno)
  • tessera sanitaria
  • indirizzo e-mail
  • numero di telefono del cellulare (anche se il contratto è intestato ad altro soggetto)

Si tenga presente che durante la registrazione potrebbe essere necessario fotografare i suddetti documenti e/o allegarne una copia nel form di registrazione.

A chi rivolgersi e cosa fare

(Come richiedere una utenza SPID)

Per ottenere le credenziali SPID ci si può rivolgere a uno dei cinque soggetti, detti “Identity provider” che offrono diverse modalità per richiedere e ottenere SPID:

  • Aruba (via webcam, a pagamento a partire da 14,90 euro + IVA)
  • Infocert
    • Via Webcam (se hai 18 anni, il servizio costa 9,90 € invece di 19,90 € ed è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00)
    • Di persona (recandosi presso uno dei 250 uffici, gratuitamente o a pagamento. Verifica dov’è l’ufficio più vicino)
  • Poste
    • Online (gratuitamente)
    • Di persona (gratuitamente registrandosi sul sito di Poste e successivamente facendosi identificare e certificare con il proprio cellulare, presso qualsiasi ufficio postale)
  • Sielte
    • Via Webcam (gratuitamente)
    • Di persona (gratuitamente. Verifica dov’è l’ufficio più vicino e completa la registrazione)
    • A domicilio (a pagamento, richiedendo, durante la registrazione, il servizio a domicilio effettuato dai portalettere a un costo di 14,50€. Il portalettere verrà si recherà dal richiedente entro 5 giorni lavorativi successivi alla registrazione sul sito)
  • TIM
    • Via Webcam (a pagamento al costo di 19,90 €. Se hai 18 anni, il servizio costa 9,90 € invece di 19,90 €)
  • Carta d’identità elettronica, CNS o firma digitale si può completare la registrazione totalmente on line tramite un lettore di smart card da collegare al computer
Il servizio è gratuito?

Sì, puoi richiedere gratuitamente le tue credenziali SPID a uno dei soggetti abilitati (Aruba, Infocert, Poste, Sielte e Tim).
Aruba, Infocert, Poste e Tim oltre alla modalità di erogazione gratuita, offrono anche modalità di registrazione a pagamento. Tutte le informazioni su dove e come chiedere le tue credenziali SPID sul sito spid.gov.it/richiedi-spid.

Esistono altre modalità per ottenere l’SPID?

Sì, esiste anche un’altra modalità che prevede l’utilizzo di:

  • firma digitale
  • carta d’identità elettronica (CIE)
  • carta nazionale dei servizi (CNS). In questo caso c’è bisogno del lettore di smart card da collegare al computer.

Si ricordi che la CIE e la CNS devono essere preventivamente abilitate per l’utilizzo dei servizi online.

Se si è dunque in possesso di una delle modalità appena descritte, su può completare la procedura online con Aruba, Infocert, Poste Italiane, Sielte e Tim.

Chi può richiedere l’SPID

SPID può essere richiesto da tutti i cittadini italiani o dotati di permesso di soggiorno e residenti in Italia che abbiano compiuto il 18°anno di età. Solo dal giorno del diciottesimo compleanno è possibile richiedere le credenziali SPID.

Torna SU all’Indice

In caso di smarrimento delle credenziali SPID, se hai richiesto SPID a:
E’ possibile avere più di una identità digitale?

Sì, è possibile richiedere più di una identità digitale (anche con diversi livelli di sicurezza) con l’opportunità di rivolgersi a differenti gestori di identità digitale. Ogni cittadino è libero di scegliere l’identity provider che preferisce.

Una società può richiedere l’SPID?

Al momento il responsabile legale della società può richiedere e utilizzare la propria identità digitale per accedere e utilizzare i servizi online dedicati all’impresa.

Tutte le amministrazioni permettono l’accesso SPID?

L’adesione dell’intera pubblica amministrazione a SPID dovrà avvenire entro la fine del 2017. Se il proprio comune di residenza ne è ancora sprovvisto, c’è solo da pazientare un po’.

Differenze tra SPID e CNS (Carta Nazionale dei Servizi)

I due strumenti hanno usi e scopi in parte diversi e in questa prima fase di implementazione del sistema SPID coesisteranno. A differenza della CNS (che non è completamente dematerializzata), per l’uso dell’identità SPID non è necessario alcun lettore di carte e può essere utilizzata in diverse modalità (da computer fisso o da mobile).

Ricevuto l’SPID, gli altri strumenti di accesso alla PA restano validi?

Nella prima fase di avvio del sistema pubblico di identità digitale la necessità è quella di far coesistere il sistema di autenticazione tramite SPID con quelli già esistenti (Carta Nazionale dei Servizi, registrazioni presso singoli siti, …). La progressiva implementazione del sistema da parte della pubblica amministrazione (che durerà 24 mesi) farà si che tutti i servizi online siano accessibili tramite SPID.

Torna SU all’Indice

Il nostro TEST

Abbiamo provato a richiedere l’SPID scegliendo uno dei 5 Identity provider, SIELTE che, come detto, è gratuito. Abbiamo scelto di effettuare la procedura via webcam che non è stata affatto complicata. Dopo aver fatto la registrazione (inviando in allegato anche i documenti d’identità in formato digitale che avevamo precedentemente passato allo scanner), abbiamo scelto una data (tra quelle disponibili) per il riconoscimento e completare la procedura.

Abbiamo indicato la nostra utenza Skype quale mezzo per entrare in videochiamata con l’operatore Sielte che ci ha videochiamati alla data e all’ora da noi scelte. Durante la videochiamata l’operatore ci ha chiesto conferma dei dati inseriti in fase di registrazione e ci ha chiesto di mostrare davanti alla cam gli stessi documenti allegati durante la registrazione. Li ha fotografati e ci ha comunicato che la procedura di riconoscimento è andata a buon fine. Nel giro di pochissime ore abbiamo ricevuto la nostra identità digitale. E il nostro giudizio non può che essere positivo. Abbiamo provato subito l’utenza digitale ricevuta accedendo al sito Inps senza alcun problema.

Per maggiori chiarimenti o richieste di assistenza
  • Invia una richiesta al supporto online per SPID
  • Supporto SPID: 06.82888.736 dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 16:00 (costo della telefonata in base al piano tariffario applicato dal proprio gestore)
  • Numero ARUBA: 0575.0504 (attivo 24 h su 24, 7 giorni su 7)
  • Numero INFOCERT: 199.500.130 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.00)
  • Poste: Numero verde gratuito 803.160 da rete fissa, invece da rete mobile al numero 199.100.160 (il costo della chiamata è legato al piano tariffario dell’operatore utilizzato)
  • Numero SIELTE: 800.11.33.22 – dal lunedì al Venerdì dalle 7:30 – 19:30 – Sabato 8:30 – 18:30
  • Numero TIM: 800.405.800 – dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18.30
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU