Esplosione violenta da cratere ETNA | 10 feriti non gravi, guarda il VIDEO

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Esplosione violenta da cratere ETNA

Dieci sono le persone rimaste ferite, fortunatamente in maniera non grave, in seguito all’ esplosione violenta da cratere ETNA ancora in attività.

Il video della BBC

Feriti alcuni turisti

Il materiale lavico fuoriuscito dal cratere ha colpito un gruppo di turisti che non sarebbero in gravi condizioni. Soltanto sei di loro saranno ricoverati negli ospedali di Catania e Acireale. Come spiegato dal vulcanologo dell’INGV, l’esplosione di vapore, acqua, cenere e roccia è provocata dal riscaldamento della terra provocato dal magma. Da questo scaturisce la repentina evaporazione dell’acqua che appunto provoca l’esplosione.

Boris Behncke, il ricercatore dell’INGV: “Violenta esplosione al contatto fra lava e neve sull’Etna circa un’ora fa. Alcuni feriti, io stesso ho ricevuto una piccola ferita in testa però sto assai bene.



Il video dell’INGV dell’attività dell’Etna del 15 marzo 2017

L’ETNA

L’Etna è un complesso vulcanico siciliano originatosi nel Quaternario. Le sue frequenti eruzioni nel corso della storia hanno modificato, talvolta anche profondamente, il paesaggio circostante, mettendo in diverse occasioni in pericolo le popolazioni che vivono o sono vissute negli anni addietro intorno al vulcano.

Sorge sulla costa orientale della Sicilia, entro il territorio della provincia di Catania. Occupa una superficie di 1265 km², con un diametro di oltre 40 chilometri e un perimetro di base di circa 135 km.

Il 21 giugno 2013 il Comitato UNESCO ha inserito il Monte Etna nell’elenco dei beni costituenti il Patrimonio dell’umanità.

LEGGI anche


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU