Facebook inasprisce contrasto alle bufale | Pugno duro contro i recidivi

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Facebook inasprisce contrasto alle bufale

Prosegue la lotta contro le Fake News del fondatore Mark Zuckerberg, appena diventato papà per la seconda volta. Facebook inasprisce contrasto alle bufale punendo duramente chi assumerà comportamenti reiterati diffondendo notizie false.

Regolamento ancora più duro

Si stringe sempre di più il cerchio attorno a chi utilizza il social per diffondere notizie fasulle al solo scopo di guadagnare denaro tramite le pubblicità. Facebook modifica il proprio regolamento per contrastare le bufale, molto diffuse su Facebook anche grazie a chi (diciamolo), crede ai titoloni ad effetto. La diffusione delle fake news trova terreno fertile proprio grazie alla superficialità di chi non si accerta dell’attendibilità della fonte e condivide la bufala.

Zuckerberg vuole debellare il fenomeno

Il nuovo regolamento prevede che nel caso di reiterata pubblicazione di notizie false, alla pagina che ha creato il post non sarà più consentito di ospitare banner pubblicitari. In altre parole, quei banner che si vedono all’apertura dell’articolo, facenti parte del programma di advertising di Facebook, non appariranno. Risultato? Al gestore della pagina in questione, sarà negata la possibilità di generare introiti e quindi d’incassare quanto prodotto.



Facebook inasprisce contrasto alle bufale: forse è la volta buona

Una buona notizia che potrebbe anche aiutare il mondo del giornalismo infettato da un po’ di tempo da questo genere di false notizie. Questo “nuovo” strumento dovrebbe essere molto efficace contro chi crea e diffonde bufale perché metterà a repentaglio il suo “salvadanaio dei proventi delle pubblicità”. Ne è certa Facebook che, in caso di comportamenti reiterati, informerà il gestore della pagina del blocco degli annunci pubblicitari. Uno stop che verrà interrotto solo quando la pagina smetterà di pubblicare fake news.

LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU