Juventus batte City | Primo posto e qualificazione agli ottavi

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Juventus batte City | Primo posto e qualificazione agli ottavi

Juventus batte City 1-0. A Torino stasera in ballo c’era la matematica qualificazione agli ottavi di Champion’s League. Il Manchester City comandava il girone a 9 punti sopra la Juventus che, seppur imbattuta e avendo anche battuto il City all’andata a Manchester 1-2, ne aveva 8 a causa dei due pareggi ottenuti in casa e fuori casa contro i tedeschi del Borussia Monchengladbach. Massimiliano Allegri si affidava in attacco a Dybala e Mandzukic, a centrocampo Sturaro, Marchisio e Pogba, in difesa Chiellini, Bonucci e Barzagli, a spingere sulle fasce Lichsteiner a destra e Alex Sandro a sinistra. In porta Buffon. Il City si presentava con il ritorno di Aguero (che all’andata non c’era) e Tourè in attacco.

Juventus batte City 1-0: la cronaca

Pronti via, si capiva subito che la Juve era in palla e Dybala servito ottimamente, sprecava tirando fuori da ottima posizione. Ma in bianconeri c’erano in campo e si vedeva, pressavano gli inglesi e riuscivano a far girare molto bene la palla tenendo sempre in ansia i giocatori del city. E così al 18′ arrivava il gol: grande azione di Pogba che passava il pallone sulla fascia sinistra all’ottimo Alex Sandro che metteva dentro un ottimo cross che Mandzukic spingeva in rete di piatto destro il pallone dell’1-0. Il primo tempo scorreva relativamente tranquillo per la Juve che andava vicino al 2-0 con una discesa di Lichsteiner sulla destra che calciava addosso al portiere in uscita. Prima di andare negli spogliatoi, grosso rischio per la Juventus al 45′ a causa di un errore di Marchisio che, nel tentativo di alleggerire su Buffon, serviva inavvertitamente Aguero che calciava su Buffon prontamente intervenuto in uscita. Si andava al riposo con la Juventus in vantaggio. Una Juve veloce e tosta come si vedeva ai tempi d’oro. Nel secondo tempo i bianconeri tornavano in campo con lo stesso piglio ma all’8′ era il City ad andare vicinissimo al pareggio con un colpo di testa da pochi passi respinto in tuffo da Buffon sulla sua sinistra che mandava la palla prima sul palo e poi l’afferrava di nuovo mentre due attaccanti del City cercavano invano di ribadire in rete. Subito dopo entrava Morata al posto di Mandzukic che al 10′ andava subito vicinissimo al gol del 2-0, solo davanti al portiere in uscita calciava a pallonetto, la palla stava per lambire il palo ma Dybala con la suola riusciva a deviare il tiro da difficile posizione ma colpiva il palo. Al 32′ Evra sostituiva l’applauditissimo Alex Sandro autore di un’ottima prestazione sia in avanti sia in copertura con degli ottimi interventi oltre all’assist che ha permesso a Mandzukic di segnare il gol dell’1-0. Al 33′ Morata vicinissimo al raddoppio: dribblava anche il portiere in uscita ma, invece di appoggiare al solissimo Dybala che avrebbe insaccato a porta vuota, decideva di calciare addosso al portiere. Sul rovesciamento di fronte era il Manchester ad andare vicinissimo al pareggio con Sterling che calciava quasi a botta sicura ma Barzagli s’immolava riuscendo a deviare in angolo. Una partita avvincente. Al 37′ Cuadrado entrava al posto dello stanco Dybala ed andava subito vicino al gol. Servito ottimamente in area, calciava prima di sinistro (ribattuto), poi subito di destro e la palla finiva a lato. Intanto le notizie dall’altro campo erano ottime perché in Germania il Borussia vinceva 4-1 (è poi finita 4-2). Ciò significava per la Juventus qualificazione matematica anche solo con il pareggio ma i bianconeri volevano il primo posto nel girone. La partita finiva senza altri particolari sussulti: Juventus batte City 1-0. La Juventus compie dunque il sorpasso ai danni degli inglesi, si qualifica ed è prima nel girone ancora imbattuta. Basterà un pari nell’ultima partita contro il Siviglia per confermare il primo posto nel girone. Una Juventus quasi sorprendentemente molto attiva, veloce e in palla ha messo in grande difficoltà il City che non ha giocato male e ha avuto anche qualche occasione ma la Juve di questa sera era ostica e difficile da affrontare.

(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER

@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU