Cous cous alla Maghrebina | La ricetta originale

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Cous cous alla Maghrebina | La ricetta originale

Il Cous cous preparato nella maniera tradizionale. Oggi impariamo la ricetta originale del piatto simbolo del Marocco, speziato, complesso, esotico …indimenticabile…

Ingredienti per 4 persone

– 450 gr di Cous cous (previo ammollo in acqua per 12 ore)
– 450 gr di ceci lessati
– 50 gr di uvetta sultanina
– 50 gr di zucchine
– 3 pomodori e 2 cipolle
– 40 gr di zafferano
– prezzemolo e coriandolo q.b.
– 1 cucchiaio di curcuma
– peperoncino piccante, sale e pepe

Preparazione

Lavare i ceci e lasciateli in ammollo nell’acqua per 24 ore. Tritare le cipolle e metterle nel recipiente inferiore dell’apposita pentola (couscoussiera) e lasciarla rosolare nell’olio. Unire i ceci scolati, le carote pulite e tagliate a fette, il pepe macinato e lo zafferano. Aggiungere quindi le restanti spezie. Coprire il tutto d’acqua e lasciar cuocere il tutto a fuoco molto moderato per circa un’ora. Trascorso questo tempo, salare. Sgranare il cous cous con un cucchiaino di olio, circa 60 ml d’acqua e regolare di sale. Porre il cous cous sgranato nella parte superiore della couscoussiera e lasciarlo cuocere a vapore per 30 minuti circa. Toglierlo quindi dalla couscoussiera, bagnarlonuovamente con altri 60 ml d’acqua. Aggiungere l’uvetta sciacquata, i pomodori tagliati grossolanamente a pezzi, le zucchine affettate, il prezzemolo e il coriandolo tritati. Lasciar cuocere ancora per 30 minuti a fuoco moderato, dopo aver posto nuovamente il cous cous nella pentola. Versare il cous cous in una grande ciotola di terracotta ed inumidirlo con il sugo di cottura. Disporre sopra al cous cous le verdure, bagnate nuovamente il tutto con il fondo di cottura e infine servire in tavola. Sarete certamente sorpresi favorevolmente da ciò che avrete realizzato. Buon appetito!

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER

@ Riproduzione riservata


Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU