Malinconie culinarie | Gli anni 80 e la ricetta dei tortellini 3P

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Malinconie culinarie | Gli anni ’80 e la ricetta dei tortellini 3P

Malinconie culinarie degli anni ’80 con il piatto simbolo di quel periodo, i tortellini 3 P e i ricordi di quell’epoca guardando i cartoni che ci fanno tornare all’infanzia.

Malinconie culinarie ma non solo

Anni ’80, evocazioni dei cartoni animati “L’incantevole Creamy” che recita ” pampulupimpuluparimpampum”, di Mila che esegue una schiacciata sollevandosi almeno 20 metri da terra mentre Shiro dagli spalti fa il tifo per lei, di Holly e Benji che corrono su un campo da calcio chilometrico o ancora di Licia che pensa trasognata al suo Mirko. Alzi la mano chi non prova nostalgia per un decennio così. Erano gli anni in cui l’Italia usciva dagli anni di piombo e tutto sembrava proiettato verso il miraggio di un nuovo boom economico fatto di consumismo e neonate tv commerciali.

Ma in cucina cosa ci hanno lasciato in eredità gli anni ’80 ?

Senza dubbio abbasso la nouvelle couisine, tanto in voga negli anni ’70, e viva l’abbondanza. Piatto emblema dei mitici ’80 senz’altro i tortellini 3 P : panna (tanta panna) prosciutto cotto e piselli, ricetta che oggi farebbe rabbrividire gli chef stellati ma che allora era quasi un irrinunciabile status symbol.

Come spiegare alle nuove generazioni i sapori un po’ barocchi (e diciamolo, anche un po’ tamarri come i film di Vanzina) di piatti mitici come le pennette alla wodka, il carpaccio rucola e grana o le mitiche gelatine di wurstel e verdure ? In un decennio in cui gli italiani inseguivano il sogno di un benessere economico che si traduceva anche nel cibo e in cui la cucina tradizionale sapeva ormai di vecchio e di stantìo, l’unica concessione alla tradizione era forse il vitello tonnato, forse per il francesismo ”tonnèe” (anche se in realtà è un piatto piemontese) che faceva così chic.

Mentre ci asciughiamo una furtiva lacrima al pensiero del mitico decennio gustandoci un paio di Morositas e sistemandoci le spalline (quelle che si usavano un tempo), tra una canzone degli “Wham!” e un video di Michael Jackson, prepariamo la tipica ricetta anni ’80 perché il nostro amarcord sia ancora più riuscito: gli unici e inimitabili tortellini 3 P. Per un giorno prendersi una vacanza dal mangiare ”light” si può e anche per tornare un po’ bambini con un piatto facilissimo da preparare che ricorda i tempi magici dell’infanzia.

Tortellini 3 P
Tortellini 3 P

Tortellini 3 P

Ingredienti

– 300 gr. di tortellini
– 200 gr. di piselli
– 1 fetta grande di prosciutto cotto tagliata spessa
– panna da cucina q.b
– olio extravergine di oliva q.b
– sale e pepe q.b.

Preparazione

Far bollire i tortellini in abbondante acqua salata. In una padella antiaderente rosolare i piselli con un filo d’olio extravergine di oliva e salare. A fine cottura aggiungere il prosciutto tagliato a dadini, un po’ di panna, quindi regolare di sale e pepe. Scolare i tortellini e saltare in padella con la salsa preparata. E’ un piatto che non ama le attese e va gustato ben caldo.

 

LIFESTYLE

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU