Presunto plagio a Sanremo 2018 | Non si placano polemiche sul brano di Ermal Meta e Fabrizio Moro

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Presunto plagio Sanremo 2018

Sappiamo tutti ormai chi ha vinto Sanremo 2018 ma il giorno dopo la proclamazione della vittoria di Ermal Meta e Fabrizio Moro, non si sono ancora spente le polemiche per il presunto plagio Sanremo 2018 riguardo al brano “Non mi avete fatto niente” cantato da Meta-Moro.

Non si placano le polemiche

Sui social si sta leggendo di tutto sulla questione del presunto plagio Sanremo 2018, chiarito e chiuso per la commissione Rai, ma evidentemente non chiuso per altri. C’è chi scrive che trattasi comunque di plagio, altri scrivono che non era giusto far andare avanti una canzone comunque già ascoltata in pubblico.

Scrive una persona su Facebook “Alla faccia dell’inedito, è edito eccome ed è stato cantato in giro, oltre che presentato e bocciato a Sanremo (Giovani) nel 2016. Quindi, casomai, ‘mai commercializzato’ ma non ‘inedito’, sono due cose parecchio diverse. Qui l’autore Andrea Febo è fortemente e irresistibilmente ispirato dal dolore dei familiari delle vittime della mafia o del terrorismo. Nel 2018, il dolore suscitato dagli attentati dell’ISIS, gli ispirerá fortemente e irresistibilmente le stessissime parole, la stessissima musica“.

Il regolamento ha permesso la riammissione

E’ considerata nuova la canzone che nell’insieme della sua composizione o nella sua parte musicale o nel testo letterario non sia già stata pubblicata o fruita anche gratuitamente da un pubblico presente o lontano o eseguita o interpretata dal vivo alla presenza di pubblico presente o lontano. Inoltre il regolamento consente l’utilizzo di stralci di canzoni già edite nei limiti di un terzo della canzone nuova.

Il brano ‘Non mi avete fatto niente’ contiene stralci del brano ‘Silenzio’ in misura inferiore al terzo della sua durata complessiva. Pertanto la circostanza che il brano ‘Silenzio’ sia stato pubblicamente già fruito non inficia la novità della canzone in gara“.



Presunto plagio Sanremo 2018: ecco il brano “Silenzio”

Quello che potete vedere e ascoltare è il brano “Silenzio” interpretato da Ambra Calvani e scritto da Fabrizio Moro e Febo che è anche il co-autore di “Non mi avete fatto niente” con F. Mobrici ed Ermal Meta.

Le spiegazioni di Meta

Nella conferenza stampa di alcuni giorni fa, i due artisti hanno precisato: “Nessun plagio, leggere queste cose ha fatto male“. Ha proseguito Meta: “Voi tutti ci conoscete e sapete chi avete davanti: siamo due cantautori, facciamo questo lavoro da molto tempo. Sappiamo cosa significa cosa scrivere canzoni, non avete davanti a voi due furbacchioni, non avrebbe avuto nessun senso plagiare qualcuno. Abbiamo rispettato il regolamento, scriviamo canzoni e non solo per noi contribuendo alle carriere di diversi nostri colleghi che sono passati dal palco del Festival“.

Abbiamo campionato un brano di una canzone praticamente sconosciuta che meritava una chance perché raccontava qualcosa facendola diventare una foto che raccontasse il nostro tempo“. Ha concluso Meta: “Non era nemmeno un brano da portare al Festival, ci ha fatto piacere essere chiamati da Baglioni e lo abbiamo fatto con piacere“.

L’internvento di Fabrizio Moro

Fabrizio Moro: “Ci ha fatto davvero male sentire la parola plagio perché non abbiamo bisogno di plagiare nessuno: ‘Silenzio ho scritto e prodotto io insieme ad Andrea Febo, ci ho lavorato per un anno su quel ritornello. Un familiare di una delle vittime del Bataclan ha scritto una lettera che ha mandato in mondovisione, mi ha dato lo spunto per un nuovo brano per il quale ci ho lavorato io ed Ermal ci ha messo il suo“.

Il brano “Non mi avete fatto niente”

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU