Recoba addio al calcio | El Chino appende le scarpe al chiodo

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Recoba addio al calcio | El Chino appende le scarpe al chiodo

Recoba addio al calcio di uno dei talenti più puri e più geniali del mondo del pallone ma anche uno dei più indolenti degli ultimi 20 anni del calcio mondiale.

Alvaro Recoba lascia

Recoba ha deciso di dire addio al  mondo del pallone. Ha a letteralmente incantato una generazione di calciofili in giro per il mondo. Ha fatto innamorare le tifoserie di Venezia e Inter con le sue giocate di altissima scuola. Alvaro Recoba, avrebbe potuto vincere almeno 4\5 Palloni d’Oro se il suo talento fosse stato inversamente proporzionale alla sua indolenza. Un campione che si è accontentato del talento che aveva, senza mai spremersi troppo in allenamento. Un genio che si presentò a San Siro con due gol incredibili contro il Brescia in quella che doveva essere la giornata dell’esordio del fenomeno Ronaldo a San Siro e invece fu la giornata del Chino (botta da 25 metri di sinistro e punizione da 30 metri). Questo giocatore dal talento divino fece innamorare sia il presidente Moratti che il figlio. Recoba ha sempre avuto i colpi del campione uniti a una altrettanto incredibile discontinuità: poteva far vincere una partita da solo o sparire per 90 minuti, questo era il Chino. Ma le sue parabole non colpirono solo il Brescia, anche in un Empoli-Inter, Recoba fece qualcosa di eccezionale: studiò dalla panchina il posizionamento dell’allora portiere empolese (Roccati ndr) e notò che era sempre fuori dai pali e quando Simoni lo mandò in campo, pareggiò i conti con un sinistro da almeno 50 metri. Questo era Alvaro Recoba, la sua carriera è terminata là dove era iniziata ovverosia in Uruguay. In patria è riuscito a conquistare ancora uno scudetto, quello che è non mai riuscito a vincere in Italia, e si è tolto ancora qualche soddisfazione. La storia del Chino è questa, un talento con un sinistro fuori dal comune, aveva la dinamite nel piede ma, come lui stesso in diverse interviste ha ammesso, non ha mai avuto troppa voglia di migliorarsi. Voglia o non voglia, Recoba, con quel mancino poteva dire e fare quello che voleva.

LIFESTYLE

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER

@ Riproduzione riservata


Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU