Referendum per l’autonomia | Lombardia-Veneto, affluenza e risultati di domenica 22 ottobre

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Referendum Lombardia-Veneto 22 ottobre

Seggi aperti domenica 22 ottobre dalle 7 alle 23 per il referendum Lombardia-Veneto 22 ottobre sull’autonomia. Si tratta di un referendum consultivo indetto dal Presidente Roberto Maroni con la firma del Decreto n 745 del 24/07/2017. Saranno quasi 12 milioni di persone a recarsi alle urne: quasi 8 milioni saranno gli elettori lombardi, circa 4 milioni i cittadini veneti. La Regione Emilia-Romagna ha saltato il referendum avviando direttamente la trattativa con il Governo evitando la consultazione popolare.

AFFLUENZA e RISULTATI: ha vinto il SI

  • VENETO: alle urne il 57,2% degli aventi diritto (2.328.949 elettori) sono andati ai seggi, ha vinto il SI con il 98,1% dei voti (1,9% NO, 0,2% schede bianche, 0,3% schede nulle);
  • LOMBARDIA: affluenza del 38,34% (3.017.707 votanti alle urne), ha vinto il SI con il 95,29% dei voti (2.875.438) mentre per il NO hanno votato 119.051 (3,95%), scheda bianca 23.218 votanti (0,77%).

IL SISTEMA DI VOTO

Novità assoluta in Italia: a disposizione degli elettori lombardi nelle cabine delle 9.224 sezioni ci sarà un dispositivo simile a un tablet. Le possibili scelte, toccando il touch screen sono 3: SI, No oppure SCHEDA BIANCA, con l’opzione di cambiare il voto (operazione consentita una sola volta).

In Veneto il sistema di voto è quello tradizionale con l’utilizzo di scheda di carta e matita.



Il quesito in LOMBARDIA

Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?“.

Il quesito in VENETO

Vuoi che alla Regione del Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia?“.

VOTANDO SI

Non si esprimono desideri di secessione o volontà d’indipendenza dall’Italia ma si chiede di ottenere maggiori competenze a livello regionale su diverse questioni.

Referendum Lombardia-Veneto 22 ottobre: il QUORUM

In Lombardia non è previsto un quorum, ossia il numero minimo di votanti che rende valido il referendum. In Veneto invece il quorum c’è: il referendum sarà quindi valido se andrà a votare la metà più uno dei 4.068.558 aventi diritto (2.034.280 elettori).

SE VINCE IL SI

Le Regioni Lombardia e Veneto avranno la possibilità di chiedere al Governo di aprire una trattativa per ottenere maggiori competenze su diverse materie, tra le quali le questioni legate a:

  • lavoro
  • energia
  • coordinamento della finanza pubblica e tributario
  • infrastrutture
  • protezione civile.

In caso di intesa raggiunta tra Regioni e Stato, la “palla” passerà al Parlamento con un’apposita proposta di legge che dovrà essere approvata a maggioranza assoluta da Camera e Senato.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU