Richiamo Bacche di goji tibetano | Presenza di PESTICIDI oltre i limiti consentiti dalla legge

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Richiamo Bacche di goji tibetano

Nuova allerta del Ministero della salute che ha diffuso la notizia del richiamo Bacche di goji tibetano essiccate di origine cinese. Il motivo dell’allerta sanitaria è la presenza di carbofurano e propargite oltre i limiti consentiti dalla legge.

DETTAGLI

  • Marchio: Bacche di goji tibetano.
  • Denominazione di vendita: Bacche di goji essiccate 24×250 gr.
  • Nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato: Agricola Lusia Srl.
  • Lotto di produzione: 03-03.
  • Nome del produttore: Agricola Lusia Srl.
  • Sede dello stabilimento: via dell’Artigianato 261 – Lusia (RO).
  • Data di scadenza: 31-01-2019.
  • Descrizione peso/volume unità di vendita: 24 confezioni da 250 grammi.
  • Motivo del richiamo: allerta Rasff arrivata dai Paesi Bassi, presenza di carbofurano e propargite superiore al limite consentito di pesticidi negli alimenti.

AVVERTENZE

Il consumatore che avesse acquistato il prodotto deve essere restituito al punto vendita e NON devono essere consumato.



Richiamo Bacche di goji tibetano
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

La Gazzetta Digitale

Torna SU