Scontro tra titani di Champions | Juve-Siviglia è duello a distanza con Milik

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Scontro tra titani di Champions

Il Napoli ieri ha espugnato con sicurezza il campo di Kiev contro la Dinamo con una doppietta del nuovo idolo “napoletano” Milik. Stasera tocca a Higuain rispondere. Sarà scontro tra titani di Champions? Staremo a vedere, sta di fatto che la Juve esordirà alle ore 20.45 contro il Siviglia e servirà partire bene, come ha fatto il Napoli ieri.

Juve, non puoi steccare la prima

Che piaccia ad Allegri sentirlo dire o no, la Juve quest’anno parte tra le favorite alla vittoria finale di Champion’s e dovrà dimostrarlo fin dalla prima partita con una prova convincente, oltre al risultato.

Partire dallo Juventus Stadium è un vantaggio perché una vittoria potrà dare una impronta già non da poco al cammino bianconero.

Il Siviglia non è un avversario facile, non a caso vince da tre anni di fila l’Europa League.

Per Buffon servono “consapevolezza della propria forza ma tanta umiltà” e lo stesso Allegri sottolinea l’importanza di partire bene fin dalla prima partita per arrivare agli Ottavi quanto prima.

Lo scorso anno a Torino finì 2-0 grazie ai gol di Morata e Zaza ma al ritorno la sconfitta per 1-0 pesò come un macigno perché la Juve dovette poi affrontare il Bayern con l’esito che tutti ricordano.

Le formazioni

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Lemina, Asamoah, Evra; Dybala, Higuain.
Allenatore: Massimiliano Allegri.
A disposizione: Neto, Benatia, Alex Sandro, Pjanic, Cuadrado, Pjaca, Mandzukic.
Siviglia (4-1-4-1): Rico; Mercado, Rami, Pareja, Escudero; N’Zonzi; Sarabia, Kranevitter, Iborra, Vitolo; Vázquez.
Allenatore: Jorge Sampaoli.
A disposizione: Sirigu, Ferreira, Carriço, Vietto, Correa, Kiyotake, Ganso.

SEGUI il LIVE di Juventus-Siviglia

Napoli vince 1-2 a Kiev: Milik il nuovo idolo?

Il 22enne polacco Arkadiusz Milik pagato all’Ajax ben 32 milioni di euro (comprensivi di bonus), sembrava una cifra un po’ alta ma il giocatore sta dimostrando già dalle prime uscite il suo valore.

Ieri è stato decisivo contro gli ucraini della Dinamo. Vincere (1-2) a Kiev non è mai stato storicamente un compito facilissimo per le italiane e il Napoli ieri ce l’ha fatta grazie a un gioco corale e grazie al suo nuovo attaccante di spessore.

Sarri ci va coi piedi di piombo e ha ragione perché non bisogna caricare il ragazzo di troppe responsabilità. Siamo ancora all’inizio della stagione e il cammino è ancora lungo per considerarlo il nuovo idolo partenopeo.

I gol di ieri: al 26′ Garmash ha portato in vantaggio gli ucraini ma poi Milik ha ribaltato il risultato per il Napoli al 36′ e al 47′ con due colpi di testa.

LEGGI altri articoli sulla Champion’s League



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU