Il Siviglia imbriglia la Juve | Allegri le prova tutte, ma finisce 0-0 a Torino

loading...

Il Siviglia imbriglia la Juve

Non ce l’ha fatta la squadra di Allegri a superare la tosta squadra spagnola. Il Siviglia imbriglia la Juve e finisce 0-0 allo Juventus Stadium.

Juve-Siviglia 0-0

Gli undici di Massimiliano Allegri non ce la fanno a partire col piede giusto in Champion’s League quest’anno. Per la prima volta Allegri non vince la partita di esordio della competizione.

Il Siviglia imbriglia la Juve, allo Juventus Stadium finisce 0-0 dopo una partita dura contro un avversario che non ha mollato un pallone.

Allegri a centrocampo preferisce Asamoha e lascia in panchina Pjanic fugando il dubbio che aveva avuto fino all’ultimo.

La prima occasione arriva sui piedi di Khedira all’8′ che calcia a lato, alla destra del portiere, da buona posizione.

Ma la Juve fa fatica a creare gioco grazie anche al pressing a tutto campo degli spagnoli che si presentano spesso in 3 sui portatori di palla bianconeri.

Al 16′ è Higuain che va vicino al gol con un tiro rasoterra parato da Rico.

Al 27′ si fa vedere in avanti anche il Siviglia con Escudero Palomo con un tiro parato da Buffon.

Il primo tempo finisce senza altre grandi emozioni e con 3 ammoniti spagnoli.

Secondo tempo

Il secondo tempo inizia con lo stesso piglio del primo: Juve a cercare di attaccare e Siviglia a tenere bene palla e a cercare di ripartire.

Al 60′ arriva però l’occasione più grande per i bianconeri con Higuain che, di testa, colpisce la traversa a portiere ormai battuto.

Al 68′ Allegri prova il doppio cambio: escono Evra e Asamoah ed entrano Alex Sandro e Pjanic che riescono un po’ di più a vivacizzare la manovra bianconera.

Per gli spagnoli un po’ di stanchezza comincia a farsi sentire e la Juve pressa maggiormente creando qualche occasione in più con Higuain e Dybala stoppati quasi sulla linea di porta.

All’86’ Allegri prova anche la carta Pjaca al posto dello stremato Dybala.

Al 92′ è Alex Sandro che va vicinissimo al gol schiacciando di testa alla destra del portiere spagnolo che però riesce a deviare.

Non è finita perché al 94′ è Alves che calcia dal limite ma Rico è ancora una volta pronto a deviare.

C’è anche tempo per reclamare un calcio di rigore con Pjaca che in piena area viene forse atterrato ma l’arbitro dice che non è rigore (la moviola dice invece che rigore è).

Finisce 0-0, il cammino della Juve nel girone H sarà ancora lungo e ricomincerà a Zagabria contro la Dinamo che stasera ha perso a Lione 3-0.

E pensare che Alvaro Morata stasera è stato decisivo con il Real, segnando al 95′ il gol della vittoria (2-1) al Bernabeu contro lo Sporting Lisbona. L’altro gol degli spagnoli lo ha segnato il solito Cristiano Ronaldo con un perfetto calcio di punizione dal limite nel sette.



Le formazioni

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Lemina, Asamoah, Evra; Dybala, Higuain.
Allenatore: Massimiliano Allegri.
A disposizione: Neto, Benatia, Alex Sandro, Pjanic, Cuadrado, Pjaca, Mandzukic.
Siviglia (4-1-4-1): Rico; Mercado, Rami, Pareja, Escudero; N’Zonzi; Sarabia, Kranevitter, Iborra, Vitolo; Vázquez.
Allenatore: Jorge Sampaoli.
A disposizione: Sirigu, Ferreira, Carriço, Vietto, Correa, Kiyotake, Ganso.

Classifica Girone H
  1. Lione 3
  2. Siviglia 1
  3. Juventus 1
  4. Dinamo Zagabria 0.

LEGGI altri articoli sulla Champion’s League

@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU