Uso della lingua italiana in Italia | Si parla meno in dialetto, di più in italiano e in lingua straniera

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Statistiche su uso della lingua italiana al 2015

L’Istat ha pubblicato ieri le statistiche su uso della lingua italiana al 2015 che mostrano il calo dell’uso del dialetto in Italia a vantaggio della lingua italiana. I dati saranno fonte di dibattito tra i sostenitori del pensiero “il dialetto è importante” con quelli de “l’italiano e le lingue prima di tutto“.

Più italiano meno dialetto

Della popolazione di 6 anni e più (circa 26 milioni e 300mila individui) si stima nel 2015 che il:

  • 45,9% si esprime prevalentemente in italiano in famiglia;
  • 32,2% sia in italiano sia in dialetto;
  • 14% (8 milioni 69mila persone) usa prevalentemente il dialetto;
  • 6,9% ricorre a un’altra lingua (all’incirca 4 milioni di individui, nel 2006 erano circa 2 milioni 800mila individui).

Il dialetto

Per tutte le fasce di età diminuisce l’uso esclusivo del dialetto, anche tra i più anziani, tra i quali rimane comunque una consuetudine molto diffusa: nel 2015 il 32% degli over 75 parla in modo esclusivo o prevalente il dialetto in famiglia (erano il 37,1% nel 2006).

L’uso prevalente del dialetto in famiglia e con gli amici riguarda maggiormente chi ha un basso titolo di studio, anche a parità di età. Di coloro che possiedono la licenza media (o titoli inferiori):

  • il 24,8% usa quasi esclusivamente il dialetto in famiglia (contro rispettivamente il 3,1% di chi ha la laurea o un titolo superiore);
  • il 33,7% con gli amici (contro il 2,7% di chi ha la laurea o un titolo superiore).


L’uso di altre lingue

La diffusione di lingue diverse dall’italiano e dal dialetto in ambito familiare registra un aumento significativo, in particolar modo tra i 25-34enni (dal 3,7% del 2000, all’8,4% del 2006, al 12,1% del 2015). Nel 2015:

  • il 90,4% della popolazione è di lingua madre italiana;
  • rispetto al 2006, aumenta la stima di quanti si dichiarano di lingua madre straniera (dal 4,1% al 9,6% del 2015);
  • la conoscenza di una o più lingue straniere interessa il 60,1% della popolazione di 6 anni e più (34 milioni 370mila persone), in aumento rispetto al 56,9% del 2006;
  • il 92,3% delle persone di lingua madre straniera conosce una o più lingue straniere, rispetto al 56,6% dei lingua madre italiana; tra i primi è l’italiano la lingua straniera più parlata, tra i secondi l’inglese;
Statistiche su uso della lingua italiana al 2015: altri dati sulle lingue straniere

Conoscono una o più lingue straniere soprattutto i giovanissimi e i giovani adulti fino a 34 anni (con stime pari all’80% circa). La conoscenza delle lingue straniere è così diffusa:

  • Nord-ovest (66,2%);
  • Nord-est (65,7%);
  • Sud (50,6%);
  • Isole (51,5%).

Tra chi conosce una o più lingue straniere:

  • 48,1% conosce l’inglese;
  • 29,5% il francese;
  • 11,1% lo spagnolo.

Fonte: ISTAT

TI POTREBBERO INTERESSARE
@ Riproduzione riservata



Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Commenta l'articolo

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica

La Gazzetta Digitale

Torna SU