Usare il cellulare durante la guida | Può costare molto caro, contravvenzioni in aumento

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Usare il cellulare durante la guida

Dal 1° maggio 2017 costerà carissimo usare il cellulare durante la guida? Non è proprio così, se ne sta parlando un po’ ovunque (sul web e non solo).. In effetti parlare al telefono o distrarsi per scambiare messaggi anche solo mentre si è fermi al semaforo è da sempre una cattivissima abitudine di molti.

(Articolo aggiornato il 20 luglio 2017)

Inasprimento? Sì, ma più in là

Diciamo subito una cosa: non c’è al momento nulla di nuovo nel C.d.S (Codice della Strada), si tratta “semplicemente” di continuare (o in molti casi di COMINCIARE) a stare attenti durante la guida. Non c’è per ora nessun inasprimento delle sanzioni nei confronti di chi irresponsabilmente è abituato a usare il cellulare durante la guida. Una pericolosa abitudine che può provocare e ha purtroppo provocato una miriade di incidenti anche mortali fuori e all’interno del centro abitato.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha recentemente sottolineato, che la distrazione alla guida rappresenta l’80% delle cause degli incidenti stradali che sono spesso anche mortali. Motivo per il quale il Governo starebbe pensando di passare ulteriormente alle maniere forti nell’intento di combattere con maggiore decisione il problema.

Ma il Codice della Strada presenta già delle regole da rispettare e delle sanzioni da infliggere nei confronti di chi commette tale pericolosa infrazione… e quelle restano, non ci sono novità.

Usare il cellulare durante la guida: cosa dice il C.d.S.

La normativa vigente (Art. 173 comma 3-bis), nei confronti di chiunque sia beccato a usare il cellulare durante la guida, prevede:

  • sanzione pecuniaria da 160 a 646 euro (ridotta a 112 euro se la stessa è pagata entro 5 giorni)
  • decurtazione di 5 punti dalla patente.

Se nel corso di un biennio l’automobilista dovesse commettere la stessa violazione, scatterà anche la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da 1 a 3 mesi (Comma 3-bis inserito dall’art. 4 del decreto-legge 117 del 3 agosto convertito con modificazioni dalla legge 2 ottobre 2007, n. 160).



Contravvenzioni in aumento

C’è sicuramente un incremento delle contravvenzioni, lo ha sottolineato all’Adnkronos il commissario capo della Polizia di Stato, Alessandro Abruzzini. “Nel 2016 sono aumentate del 25% rispetto al 2015 le infrazioni dell’art. 173 del codice della strada“. Nei primi 5 mesi del 2017, inoltre, si registra un +17% in confronto allo stesso periodo dell’anno precedente degli accertamenti eseguiti da Polizia Stradale e Arma dei Carabinieri, escluse tutte le violazioni contestate dalle varie Polizie locali e provinciali che operano a livello territorialmente competente.

Sui social è scattato il passaparola

Da diversi giorni, soprattutto su Facebook (ma anche su Whatsapp e Telegram), è scattato il passaparola. Quasi come accade sulle strade quando gli automobilisti cercano di avvisare i frontisti perché stanno per avvicinarsi a un autovelox facendo segnali con gli abbaglianti in modo che questi facciano in tempo a rallentare. Qualcuno aveva pensato bene di far credere che fossero in arrivo delle “novità” cui gli automobilisti avrebbero dovuto fare ancora più attenzione.

Peccato però che di novità non si tratta ma cogliamo l’occasione per sensibilizzare ancora una volta gli automobilisti a guidare con molta prudenza. E se proprio si deve usare il telefono cellulare mentre si sta guidando, è meglio FERMARSI (se possibile) altrimenti è meglio evitare. E non solo perché si rischia una multa ma soprattutto perché si rischia la vita e si mette a repentaglio quella altrui.

LEGGI anche


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU