Vivibilità in Italia: prima Bolzano,poi Milano.Reggio Calabria ultima

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Vivibilità in Italia

Il Sole24Ore ha pubblicato l’annuale classifica della vivibilità in Italia delle città italiane. Sul podio Bolzano seguita da Milano e Trento. Tra le grandi città, molto bene Firenze, scende Roma, male Torino e Napoli. Tante sono le riflessioni che si possono fare e come accade ogni anno, il divario appare subito netto e implacabile: l’Italia è divisa in due. Nelle prime posizioni della classifica generale del 2015 ci sono città del Centro-Nord e nelle ultime posizioni ci sono le città meridionali che vicendevolmente si scambiamo qualche posizione in salita o in discesa ma si trovano puntualmente nei bassifondi della classifica.

Vivibilità nel Centro-Nord, l’Emilia Romagna piazza 4 città nelle prime 20

Tra le prime 20, soprattutto Trentino, Friuli, Lombardia, Toscana, Emilia Romagna. La prima è BOLZANO che ha guadagnato ben 9 posizioni,  Milano, a sorpresa sale al secondo posto, sale anche Firenze che raggiunge la quarta posizione (di un solo punto sotto la terza, Trento), Roma invece perde 4 posizioni, è sedicesima. In sette punti ci sono 5 città da Trento (3a), a scendere: Firenze, Sondrio, Olbia-Tempio e Cuneo. Male Torino che perde una posizione e si classifica al 55 esimo posto. Nelle prime 20 posizioni ci sono 4 città dell’Emilia Romagna: Ravenna, decima (ha però perso il primo posto dello scorso anno), Bologna (che ha perso 5 posizioni scendendo al 12 esimo posto), Parma (ne ha guadagnate invece 6 ed è al 13esimo posto) e subito sotto, Modena che ha perso 11 posizioni ed è oggi 14 esima.

Vivibilità
Vivibilità: Centro-Nord, un successo

Isole: Un bel salto della Sardegna, male la Sicilia

Olbia-Tempio (Sardegna) è la prima delle città isolane, si è classificata al sesto posto guadagnando 14 posizioni. Bene anche le sarde Cagliari, che scala 24 posizioni salendo al 39 esimo posto, Nuoro che guadagna 7 posizioni salendo al 43 esimo posto e Ogliastra che entra nelle prime 50 guadagnando 8 posizioni classificandosi al 50 esimo posto. Ragusa è invece la prima delle siciliane, ha perso tre posizioni e si è classificata al 78 esimo posto. Delle altre parleremo sotto.



Il quadro sconfortante del Sud: Taranto ultima città pugliese, Caserta l’ultima campana, Palermo l’ultima della Sicilia

Un quadro davvero desolante per gran parte del Sud Italia cui si contrappone l’esaltante immagine di gran parte del Centro-Nord. Stando a ciò che si legge nella classifica di qualità della vita 2015, dovremmo parlare di invivibilità guardando la situazione drammatica del Sud.

Potenza, avendo guadagnato 3 posizioni, è la città della Basilicata piazzata meglio (76 esima), le stesse che invece ha perso Matera (Capitale della Cultura Europea 2019), che si è classificata al 79 esimo posto.

Tra le pugliesi la musica non è migliore: Barletta-Andria-Trani (BAT) è quella che sta “meno peggio”, è 85 esima, seguita da Bari che ha guadagnato 3 posizioni ed è oggi 88 esima, poi ci sono Brindisi che ha perso 5 posizioni (91 esima), Foggia che ha guadagnato 2 posizioni (103 esima), Lecce che ha perso 5 posizioni (105 esima). Tristemente ultima (delle pugliesi) è invece Taranto che ha perso 4 posizioni e giace al 107 esimo posto.

Malissimo anche le città calabresi che detengono il non esaltante primato di occupare le ultime due posizioni con le città: Vibo Valentia e Reggio Calabria, rispettivamente -12 e -4 posizioni rispetto allo scorso anno.

Male anche la Campania: Avellino, avendo guadagnato 6 posizioni, si è classificata all’81 esimo posto rappresentando così la migliore città campana. Salerno 92 esima, Benevento è scesa di 15 posizioni, è 99 esima. Male anche Napoli che perdendo 5 posizioni, scende al 101 esimo posto. Caserta è addirittura terzultima dell’intera classifica, è 108 esima.

La Sicilia non sta messa meglio delle altre regioni del Sud. Infatti, come si diceva, Ragusa è la migliore (78 esima) ma Palermo è la peggiore (106 esima), poco più su c’è Messina (104 esima), Caltanissetta (102 esima), poi le altre tutte vicine dal 90 esimo posto in giù: Siracusa, Catania, Trapani e Agrigento.

Vivibilità
Vivibilità, male il Sud


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU