16 mila euro per stare a letto | Una OFFERTA DI LAVORO irrinunciabile

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


16mila euro per stare a letto

La proposta di lavoro arriva dalla Francia ed è ideale per gli amanti del far “poco o nulla”. In cosa consiste? 16mila euro per stare a letto per 2 mesi.

Unica condizione: non alzarsi MAI

E’ questo l’unico limite imposto al “lavoratore”: restare a letto per 60 giorni di fila senza potervi mai muoversi. Si ritenete di essere in grado di “svolgere questa mansione” allora non dovete fare altro che candidarvi. L’annuncio che appare bizzarro arriva da Medes, l’Istituto di medicina e fisiologia spaziale di Tolosa, in Francia ed è stato pubblicato sul sito. L’Istituto cerca volontari per uno studio di simulazione di gravità che intende studiare gli effetti antiossidanti e anti infiammatori di un integratore alimentare. Per far questo verrà creato un ambiente che simulerà quello in cui vivono gli astronauti a bordo della Stazione spaziale internazionale.

I requisiti

Per partecipare all’esperimento i candidati devono:

  • essere di sesso maschile
  • età compresa tra i 24 e i 45 anni
  • godere di perfetta salute
  • non essere fumatori
  • avere un indice di massa corporea compreso tra 22 e 27.
  • essere praticanti in maniera regolare di un’attività sportiva
  • non soffrire di allergie alimentari.


Il compenso

Coloro che saranno scelti tra i candidati guadagneranno 16 mila euro in 4 anni. Per entrare di più nel merito, i lavoratori dovranno stare per 88 giorni in ospedalizzazione, di cui 60 a letto. Durante questi giorni gli studiosi monitoreranno gli effetti della microgravità (condizione di assenza di peso negli uomini).

Nell’annuncio si sottolinea che nei primi 14 giorni dell’esperimento, i volontari saranno adeguatamente preparati per affrontare poi la prova più dura: restare a letto per 60 giorni. Oltre a stare a letto però non si potrà fare nient’altro. Nei restanti 14 giorni i lavoratori dovranno fare recupero del riposo forzato.

Per candidarsi

Lo studio è suddiviso in due fasi: la prima è cominciata a gennaio e terminerà proprio questo mese (aprile). La seconda comincerà a dicembre 2017, le candidature sono aperte, dunque chiunque volesse dare la propria candidatura può farlo compilando il modulo presente sul sito Medes.



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU