Ascesa del BIOLOGICO emiliano | 574 aziende agricole BIO in soli 5 mesi

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Ascesa del BIOLOGICO emiliano

574 aziende agricole BIO in soli 5 mesi. E’ l’ascesa del biologico emiliano. Imprese bio in aumento in tutte le province: Parma, Forlì-Cesena, Bologna e Modena le prime.

Decolla il biologico in Emilia-Romagna

Complessivamente, le imprese totali (produzione e trasformazione) sono 4.772, in aumento del 14,6% rispetto alla fine del 2015 e addirittura del 23,1% sul 2014.

Lo dicono i dati elaborati dalla Regione Emilia Romagna (e pubblicati sul sito istituzionale) aggiornati a maggio 2016.

Un risultato considerato frutto anche del successo del primo bando sul bio del PSR 2014-2020 (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), cui hanno risposto oltre 1.900 aziende per una superficie complessiva di circa 50 mila ettari, di cui oltre 13 mila legati alla zootecnica.

La regione si adegua al boom di domande

Di fronte al boom di domande, la Regione Emilia-Romagna spiega che la sua decisione è stata quella di rispondere a tutte, stanziando risorse aggiuntive.

Si tratta di risorse per quasi 17 milioni di euro fino al 2020 (oltre 3,3 milioni di euro all’anno in più per cinque anni), attraverso un meccanismo di anticipazione dei finanziamenti che verranno reintegrati interamente nell’arco del quinquennio, senza penalizzare altri interventi del PSR.

Sono 3786 le aziende BIO

Il numero di aziende agricole bio, è cresciuto da 3.212 a 3.786 (vale a dire il 4,16% delle aziende agricole presenti in Emilia-Romagna), con una crescita del 17,9%.

La Regione Emilia Romagna fa sapere che, rispetto al 2014, la crescita è stata del 25,8%.

Più di 114 mila ettari coltivati BIO

A maggio 2016 le superfici coltivate con il metodo biologico superano i 114 mila ettari (+20,4% rispetto al 2015, + 28,5% sul 2014), quasi l’11% dell’intera superficie agricola regionale.

Inoltre le aziende agricole bio sono più grandi di quelle tradizionali con una dimensione media di oltre 30 ettari contro i 14,5 della media regionale (dati censimento 2010).



Bene anche le aziende di trasformazione

In crescita anche le aziende di trasformazione (che non hanno usufruito dei contributi  del PSR), per le quali l’Emilia-Romagna è da sempre leader nazionale.

A maggio le imprese che lavorano e commercializzano prodotti agricoli bio sono 986:  + 3,5% rispetto al 2015 e + 13,7% sul 2014.

LEGGI altre notizie dall’EMILIA ROMAGNA



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU