Autorizzazioni commercio su aree pubbliche | Verso rinnovo 2017

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Autorizzazioni commercio su aree pubbliche

Autorizzazioni commercio su aree pubbliche. Se n’è parlato alla CCIAA di Bari nel dibattito organizzato dalla Confcommercio Bari BAT in vista del rinnovo del 2017.

“Direttiva Bolkestein”: cosa accadrà nel 2017 ?

Cosa accadrà nel 2017 in seguito all’applicazione da parte dell’Italia della “Direttiva Bolkestein”? La Direttiva europea “regola” varie attività commerciali, fra cui proprio i mercati, la durata delle concessioni, i criteri di selezione, le fiere, l’assegnazione dei posteggi in fiere e mercati di nuova istituzione, i cui effetti si verificheranno dall’anno prossimo.

Della nuova disciplina si è ampiamente parlato a Bari all’interno della CCIAA nel corso di una iniziativa organizzata da Confcommercio Bari BAT in collaborazione con la Regione Puglia e l’ANCI Puglia. Una intensa e seguitissima giornata di studio sul rinnovo delle autorizzazioni commercio su aree pubbliche in considerazione della prossima scadenza di tali autorizzazioni. All’incontro moderato da Giuseppe Chiarelli Segretario Regionale Confcommercio Puglia, sono intervenuti Leo Carriera Direttore di Confcommercio Bari BAT, Armando Zelli Segretario Nazionale F.I.V.A. Confcommercio, Teresa Lisi, responsabile Sezione Attività Economiche, Marta Lisi, responsabile Servizio Mercati e Fiere e, Giacomo ERRICO, Presidente F.I.V.A. Confcommercio – Imprese per l’Italia.

Le spiegazioni di Carriera

“Dal 4 luglio 2017 –  ha spiegato Carriera – i Comuni avvieranno le procedure di rinnovo (per una durata di 9-12 anni) sulla base di tre criteri: anzianità d’impresa e di posteggio, disponibilità a garantire le regole definite dal comune per l’utilizzo dell’area assegnata, regolarità contributiva, fiscale e tributaria. Efacile comprendere che a fronte di una gestione corretta degli adempimenti fiscali, contributivi e tributari i titolari dei posteggi avranno la certezza di vedere rinnovata la propria concessione nel 2017. Bisogna prendere atto che nel settore del commercio con la nuova direttiva europea su aree pubbliche stanno cambiando le regole per la concessione delle licenze”.



Il Presidente FIVA

Ha invitato gli operatori a stare tranquilli e non creare allarmismi che non trovano alcuna giustificazione. “Occorre adeguarsi – ha detto Errico –  perché sostanzialmente cambiano le procedure di rinnovo, che prima era automatico, oggi avranno una durata di 12 anni“.

Questo incontro – ha dichiarato Andrea Azzarini Presidente FIVA Puglia – si inserisce in un percorso di informazione e sensibilizzazione avviato a livello regionale fin dall’approvazione dell’Intesa Stato-Regioni del 2012. Vogliamo essere vicini agli operatori, fornendo loro tutte le informazioni necessarie per affrontare in maniera consapevole questa delicata fase di passaggio, che deve essere vista anche come un’importante occasione di riqualificazione ed innovazione per i nostri mercati.



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU