Bonus Nido, domande e risposte | Per il 2018 si attendono fondi e nuovo bando

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Bonus Nido 2018 domande e risposte

In rete girano pseudo articoli con le istruzioni per presentare la domanda per l’anno nuovo. Noi consigliamo di leggere riguardo al bonus nido 2018 domande e risposte in questo articolo.

Si attendono bando e fondi

Riguardo ai mesi di frequenza nel 2018 è ancora tutto da confermare perché per il bonus nido si sta attendendo la pubblicazione del nuovo bando e lo stanziamento dei fondi. Solo allora si potrà pensare alla nuova domanda che si potrà prensentare seguendo l’iter che spiegammo in questo articolo: Bonus Nido 2017

L’Inps, proprio oggi, ha voluto sottolineare la questione delle nuove domande e ha anche fatto delle precisazioni riguardo ad alcuni dubbi.

Non riesco a inserire le fatture relative ad alcuni mesi, perché?

L’Inps risponde spiegando che il motivo è legato al non aver spuntato, al momendo della domanda, le caselline relative a quei mesi. Per risolvere il problema bisogna presentare una nuova domanda per i mesi mancanti.



Il richiedente può indicare un intestatario diverso per ricevere i soldi?

A tal proposito l’ente previdenziale è categorica: “Vi ricordiamo che l’intestatario delle fatture e dei pagamenti deve corrispondere al richiedente la prestazione. Se ciò non avviene la domanda viene respinta!” Tra l’altro Inps ricorda che le fatture e tutte le tipologie di pagamento previste devono contenere i codici fiscali di genitore pagante/richiedente la prestazione e figlio.

Bonus nido 2018 domande e risposte: tempi di EVASIONE della domanda

L’Inps precisa che i  120 giorni di tempo per la prima risposta Inps sono stati rispettati con il passaggio della domanda dallo stato di protocollata a quello da istruire. I tempi di lavorazione dipendono dalla sede Inps territorialmente competente.

Per chi può essere richiesta la prestazione

La prestazione, come ricorda anche Inps, può essere richiesta SOLO per i nati, gli affidati e gli adottati dopo il 1° gennaio 2016.

Leggi anche:


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU