Borseggi al mercato di Rimini | 2 arresti dei Carabinieri in borghese

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Borseggi al mercato di Rimini

2 arresti dei Carabinieri in servizio abiti civili. Si tratta di una 40enne e di una 29enne accusate di borseggi al mercato di Rimini.

Il fenomeno estivo dei borseggi

L’arrivo della stagione estiva e dei turisti, fa registrare un increscioso aumento del rischio dei furti, soprattutto dei borseggi.

I ladri, con le proprie tecniche di distrazione, prendono di mira gli ignari turisti, sugli autobus di linea, in spiaggia e ai mercati, depredandoli dei loro portafogli.

Le attività di prevenzione e repressione dei Carabinieri

Per prevenire e reprimere il fenomeno dei furti, i Carabinieri di Rimini hanno predisposto, a decorrere dal mese di luglio 2016, mirati servizi in abiti civili mediante l’impiego dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile.

Proprio l’efficace presenza dei militari ha consentito di sorprendere e trarre in arresto due donne il 28 luglio 2016, in via Lungomare di Vittorio, in occasione del locale mercato settimanale.

Le donne (originarie della Bulgaria) mentre tentavano di allontanarsi tra la folla, dopo aver asportato il portafogli a una turista Ucraina, venivano raggiunte e fermate dai Carabinieri.

L’arresto e la condanna

Le arrestate, S.E.I. di anni 40, e D.M.I di anni 29, hanno precedenti specifici per furto con destrezza.

Il portafogli della turista, contenente denaro contante e i documenti d’identità è stato rinvenuto addosso ad una delle due arrestate e, dopo gli accertamenti del caso, è stato restituito alla vittima.

Il 29 luglio 2016 alla direttissima, la prima è stata condannata a 6 mesi e 20 giorni con pena sospesa mentre l’altra è stata sottoposta all’obbligo del divieto di soggiorno nel Comune di Rimini.

LEGGI altri articoli da RIMINI



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU