Box Office CINEMA | Beata ignoranza è subito tra i più visti della settimana

Tempo di lettura stimato: 5 minuto/i


Articolo aggiornato lunedì, 27 Febbraio 2017 9:16

Box Office CINEMA 20-26 feb 2017

Il film “Beata ignoranza” si posiziona subito al quarto posto tra i film più visti della settimana. La classifica Box office Cinema 20-26 feb 2017.

“THE GREAT WALL” è secondo

Il film fantastico uscito in Italia il 23 febbraio 2017 si piazza subito al 2° posto al box office Cinema 20-26 feb 2017 dei film più visti. Della regia di Zhāng Yìmóu, fanno parte del cast (tra gli altri) Matt Damon, Willem Dafoe, Pedro Pascal e Tian Jing.

William Garin (Damon) e Pero Tovar (Pedro Pascal) sono due mercenari provenienti dall’Europa che giungono in Cina con una missione: recuperare un po’ di polvere nera, una sorta di antenata della polvere da sparo, per poterla esportare nel continente europeo. I due, durante le ricerche, riescono a sopravvivere all’assalto di una terrificante bestia sconosciuta, di cui conservano un arto reciso. I due mercenari, catturati dalle truppe imperiali dell’esercito cinese, finiscono poi per combattere al loro fianco le mostruose creature, chiamate “Taotie”, le quali ogni sessant’anni circa minacciano l’umanità.

Due film italiani al 3° e 4° posto

Cinquanta sfumature di nero” questa settimana si conferma il più visto. In sala quasi 300 mila persone sono andate a vederlo per un incasso vicino ai 2 milioni di euro.

Al terzo e al quarto posto al box office Cinema 20-26 feb 2017 due film italiani: “Mamma o papà” e “Beata ignoranza”. Di “Mamma o papà” (con Antonio Albanese e Paola Cortellesi) abbiamo parlato la settimana scorsa qui: Box office Cinema 13-19 feb 2017.

“Beata ignoranza”, diretto da Massimiliano Bruno è uscito nelle sale il  23 febbraio 2017 e vede protagonisti Marco Giallini e Alessandro Gassmann. Una commedia di un’ora e 42 minuti che racconta i diversi stili di vita e di pensiero di due professori.



La trama di “Beata ignoranza”

Ernesto e Filippo sono due professori di liceo con due personalità agli antipodi:

  • Filippo insegna matematica, è allegro, “open minded”, perennemente online. Bello e spensierato, è un vero e proprio seduttore seriale, e il suo terreno di caccia preferito sono i social network. È seduttivo anche con i suoi studenti: ha creato un’app in grado di fornire immediatamente la soluzione a ogni tipo di calcolo.
  • Ernesto insegna italiano, è severo e all’antica: il computer, per lui, è solo un aggeggio infernale. Queste sue caratteristiche si riflettono anche nel rapporto con gli studenti, animato da uno spirito di austerità d’altri tempi. Si è orgogliosamente tagliato fuori dalla rete e da tutto ciò che è innovativo e moderno: basti pensare che il suo telefono cellulare è un Nokia del 1995.
Da ragazzi erano legati da un’amicizia fraterna, poi ….

…bruscamente interrotta a causa di uno scontro profondo e mai risolto, che li ha tenuti lontani per anni. Un giorno, per caso, si ritrovano a insegnare nella stessa scuola, nella stessa classe: inevitabilmente, a causa di vecchi rancori mai sopiti e di approcci al mondo e alla vita completamente opposti, la loro rivalità si riaccende in un attimo. Il passato ripresenterà loro il conto nelle sembianze di Nina, una ragazza che li costringerà a sottoporsi a un semplice esperimento, che si rivelerà per entrambi un’enorme sfida: Ernesto dovrà provare a mettersi nei panni di Filippo, e viceversa. Ciascuno dovrà rinunciare alle proprie certezze: Filippo sarà fuori dalla rete, Ernesto invece proverà a entrarci.

Quest’esperienza sarà rivelatrice per entrambi. I due si troveranno ad affrontare situazioni completamente nuove e saranno costretti a mettere in discussione ogni più profondo aspetto di sé: ciascuno dovrà mettersi in gioco, a caccia di quell’equilibrio, sempre più precario ai giorni nostri, tra la cieca fiducia di chi si affida alla rete e la totale diffidenza di chi si ostina a stare fuori dall’universo digitale.

Le altre new entry tra i primi 10

Sono T2 Trainspotting e Jackye, i film che vediamo per la prima volta tra i primi 10. Il primo, uscito in Italia il 23 febbraio, è diretto da Danny Boyle, ed è il sequel del film cult Trainspotting del 1996 e l’adattamento cinematografico del romanzo “Porno”. Per questo film sono tornati, oltre al regista Boyle, anche i quattro protagonisti del film originale, Ewan McGregor, Robert Carlyle, Jonny Lee Miller e Ewen Bremner.

Il secondo, Jackye, diretto da Pablo Larraín, è uscito in Italia il 23 febbraio, e segue le vicende di Jacqueline Bouvier ai tempi in cui era stata first lady alla Casa Bianca e la sua vita in seguito all’assassinio di suo marito, il presidente John F. Kennedy, avvenuto nel 1963 a Dallas in Texas. Tra i protagonisti: Natalie Portman, Peter Sarsgaard, Greta Gerwig, Billy Crudup, John Hurt e Max Casella.

I primi dieci della settimana
  1. CINQUANTA SFUMATURE DI NERO (Incassi: € 1.822.175 – Presenze: 290.024)
  2. THE GREAT WALL – 3D (Incassi: € 1.339.563 – Presenze: 191.978)
  3. MAMMA O PAPA’? (Incassi: € 1.319.252 – Presenze: 224.423)
  4. BEATA IGNORANZA (Incassi: € 1.239.404 – Presenze: 191.402)
  5. BALLERINA (Incassi: € 1.101.615 – Presenze: 187.578)
  6. T2 TRAINSPOTTING (Incassi: € 1.073.611 – Presenze: 148.181)
  7. JACKIE (Incassi: € 833.652 – Presenze: 128.563)
  8. LA LA LAND (Incassi: € 474.856 – Presenze: 77.432)
  9. MANCHESTER BY THE SEA (Incassi: € 452.227 – Presenze: 75.524)
  10. RESIDENT EVIL: THE FINAL CHAPTER (Incassi: € 402.417 – Presenze: 64.027)
Leggi anche:


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU