Ricetta della CAPONATA SICILIANA | Sapore verace made in SICILIA

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Ricetta della CAPONATA SICILIANA

Trovare aggettivi adatti per definirla non è cosa da poco: un piatto talmente semplice e complesso allo stesso tempo, per così dire “polifonico” non è facile da racchiudere in una parola. Come spesso avviene per le ricette della tradizione “povera”, anche la caponata siciliana si compone di ingredienti “umili” eppure è talmente buona che lascia letteralmente a bocca aperta chi la assaggia per la prima volta. Vediamo dunque come preparare la ricetta della CAPONATA SICILIANA.

Un po’ di storia

Il termine “caponata” sembra derivare da “capone”, un pesce dalla carne pregiata ma abbastanza asciutta che veniva servito durante i pranzi baronali della nobiltà siciliana e condito con una salsa agrodolce. In contrasto ai ricchi pasti nobiliari nelle cucine popolari, si valorizzavano le verdure per ovvie ragioni sia territoriali che economiche e si eliminava il costoso pesce in sostituzione del quale venivano inseriti ortaggi di stagione, primo fra tutti, la melanzana.

L’evoluzione della ricetta della CAPONATA SICILIANA da piatto povero popolare a ricercatezza gastronomica si arricchisce, oltre alle melanzane, anche di carciofi, aceto, zucchero, capperi, olive, sedano e con la presenza in molti casi di uva passa e pinoli. Si può dare un tocco in più al piatto con mandorle tostate e tritate o con il meno canonico cacao amaro in polvere, ad arricchire la storia già ricca storia di gusto e tradizione della caponata siciliana. Le ricette utilizzate nella preparazione di questo piatto sono quasi sempre rielaborazioni in cui si toglie e si aggiunge di secolo in secolo, si scrive e riscrive una ricetta destinata ad essere eterna.

Ingredienti della ricetta originale

  • 5 melanzane
  • olio per friggere
  • 1 gambo di sedano
  • una cipolla
  • 150 gr di olive verdi snocciolate
  • 2 cucchiai di capperi sott’aceto o salati
  • 1 litro di passata di pomodoro
  • sale e pepe q.b.
  • 1/2 bicchiere di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero


Preparazione

Sciacquare bene le melanzane, eliminarne il picciolo e la punta, tagliare soltanto una striscia  di buccia praticando un taglio verticale che va da punta a punta. A questo punto tagliare le melanzane a cubetti piuttosto grossi e friggerli in olio bollente, poi metterli a sgocciolare su carta assorbente.
Pulire il sedano eliminando tutte le foglie verdi, tagliarlo a pezzi e bollirlo in acqua salata. In una padella capiente soffriggere la cipolla affettata sottilmente, non appena sarà imbiondita aggiungere il sedano bollito, le olive tagliate a pezzi, i capperi (se usiamo quelli salati bisogna dissalarli) e la salsa di pomodoro. Aggiustare di sale e pepe e lasciar cuocere. A cottura quasi ultimata unire alla salsa le melanzane fritte, far insaporire per qualche minuto. Nel frattempo sciogliere lo zucchero nell’aceto, quindi versarlo nella caponata. Lasciar sfumare bene l’aceto.

Ed ecco la vostra caponata siciliana è pronta per essere gustata, ah dimenticavo, è un piatto squisito anche da mangiare freddo!

LEGGI anche:


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU