Calendario saldi invernali 2018 | Quando iniziano, durata, regole e consigli

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Calendario saldi invernali

Una volta terminate le vacanze natalizie e i concerti di capodanno, sarà già l’ora di pensare al calendario saldi invernali per approfittare di sconti e offerte ma occhio agli inganni!

Occhio ai finti sconti

Gli acquirenti sono sempre più accorti negli acquisti ma è bene sempre ricordare alcune regole importanti per evitare “pacchi”. La prima delle regole per i negozianti è quella di non creare confusione separando la merce in saldo da quella non in saldo e di indicare in modo chiaro e leggibile (Art.15 D.lgs 114/98):

  • il prezzo originale del prodotto in saldo;
  • la percentuale di sconto;
  • il prezzo scontato.

La legge stabilisce l’applicabilità dei saldi non su tutti i prodotti, ma solo su quelli di stagione e che subiscono il deprezzamento se venduti durante una certa stagione o a quelli passati di moda.



Le date del calendario saldi invernali
  1. Abruzzo: 5 gennaio – 5 marzo
  2. Basilicata: 2 gennaio – 1 marzo
  3. Calabria: 5 gennaio – 28 febbraio
  4. Campania: 5 gennaio – 2 aprile
  5. Emilia Romagna: 5 gennaio – 5 marzo
  6. Friuli Venezia Giulia: 5 gennaio – 31 marzo
  7. Lazio: 5 gennaio 2018 – 28 febbraio
  8. Liguria: 5 gennaio – 18 febbraio
  9. Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo
  10. Marche: 5 gennaio – 1 marzo
  11. Molise: 5 gennaio – 5 marzo
  12. Piemonte: 5 gennaio – 28 febbraio
  13. Puglia: 5 gennaio – 28 febbraio
  14. Sardegna: 5 gennaio – 5 marzo
  15. Sicilia: 6 gennaio – 15 marzo
  16. Toscana: 5 gennaio – 5 marzo
  17. Umbria: 5 gennaio – 5 marzo
  18. Valle D’Aosta: 3 gennaio – 31 marzo
  19. Veneto: 5 gennaio – 31 marzo
  20. Trentino-Alto Adige: 5 gennaio – 16 febbraio.
Alcuni consigli

E’ innanzitutto consigliabile fare, se possibile, un giro per i negozi qualche giorno prima dell’inizio dei saldi per limitare il rischio di acquistare un avanzo di magazzino invece di un prodotto di stagione scontato.

Ricordarsi che se si vuole cambiare un prodotto acquistato, il negoziante NON è obbligato a farlo ma la sostituzione è a sua discrezione (non solo durante i saldi). Sarà bene chiedere al negoziante prima dell’acquisto sulla possibilità di effettuare l’eventuale cambio e in quanto tempo è possibile farlo. La regola base per poter chiedere il cambio è ovviamente quella di conservare lo scontrino di acquisto.

Garanzia

L’acquirente gode di una garanzia piena e assoluta fornita dal venditore (anche nel periodo dei saldi) di:

  • 2 anni per un bene nuovo;
  • (almeno) un anno per un bene usato.

Nel caso di sostituzione impossibile, l’acquirente ha il diritto di scegliere tra:

  • riparazione senza alcuna spesa accessoria;
  • riduzione proporzionale del prezzo;
  • la risoluzione del contratto.
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU