18 Luglio 2024
Home » Cronaca » Casamassima emergenza ACQUA CONTAMINATA | Chi paga questi disagi?
casamassima emergenza acqua contaminata

casamassima-emergenza-acqua-contaminata

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i

Casamassima emergenza ACQUA CONTAMINATA

Dal 6 maggio 2016 un intero comune di circa 20 mila abitanti della provincia di Bari è impossibilitato a utilizzare l’acqua dei rubinetti ai fini potabili perché contaminata. A Casamassima emergenza ACQUA CONTAMINATA.

Aggiornamento dell’8 maggio 2016 ore 22.45

Casamassima emergenza ACQUA CONTAMINATA.

Il Sindaco Cessa ha dichiarato: “Sto chiedendo con insistenza i risultati delle analisi. Risale a pochi minuti fa la comunicazione del Sian-Asl che dice:  « Relativi ai campioni prelevati nel tardo pomeriggio del 6 maggio dal SIAN ASL BA in contraddittorio con quelli dell’AQP, comunico di aver sentito il microbiologo del laboratorio acque dell’ARPA Puglia alle ore 20,30 odierne, apprendendo che in ragione dei tempi necessari per lo sviluppo di tutte le colonie, gli esami potranno intendersi conclusi soltanto dopo che siano trascorse 72 ore dall’inseminazione (ossia dopo
le ore 20 di domani 9 maggio). Pertanto deve intendersi persistente il divieto di utilizzo ad uso potabile dell’acqua distribuita in rete »“.

Un problema non di poco conto

A confermarlo il 7 maggio 2016 è stato lo stesso Aquedotto Pugliese che, con un comunicato AQP (cliccaci sopra per leggerlo) ha annunciato di aver riscontrato una lieve contaminazione dell’acqua. Fermo restando che il termine “lieve” non rende l’idea della effettiva entità della contaminazione, sarebbe interessante sapere cosa abbia provocato il problema e magari quando ha cominciato a manifestarsi.

Sta di fatto che il comunicato AQP si è chiuso così: “Al momento non è possibile prevedere tempi certi per il pieno rientro di tutti i parametri di potabilità dell’acqua. Personale tecnico dell’Acquedotto Pugliese sta operando e continuerà ad operare ininterrottamente fino alla soluzione definitiva della problematica“. E’ bene quindi non sottovalutare il problema che inizialmente sembrava circoscritto in alcune zone del paese. Stanno ancora circolando le autobotti che distribuiscono acqua potabile, intanto i cittadini già da ieri 7 maggio, giustamente allarmati, hanno fatto man bassa di bottiglie di acqua nei supermercati.

Casamassima emergenza ACQUA CONTAMINATA, le parole del Sindaco Cessa

Il Sindaco Vito Cessa ieri sera, sottolineando che trattasi di contaminazione ambientale (ma forse sarebbe il caso di essere possibilmente più dettagliati ossia: causata da cosa?), ha detto che dall’8 maggio 2016 continuerà la distribuzione di acqua aggiungendo che, a disposizione dei cittadini di Casamassima, vi saranno anche sacche da 5 litri. Le postazioni (in largo Fiera, piazza Baden Powell, via Lecce, via Sammichele, via Turi e al Barialto) saranno attive a partire dalle ore 10.

E alle ore 12.30 dell’8 maggio 2016 ha ribadito: “La contaminazione dell’acqua potabile segnalata dall’Acquedotto Pugliese è avvenuta fuori dal territorio di Casamassima, ossia nel canale principale che ha poi contaminato una delle due adduttrici dell’abitato di Casamassima. L’Acquedotto Pugliese ha interrotto l’apporto di acqua dall’addutrice contaminata. L’Aqp ha escluso categoricamente che ci sia stata una contaminazione con le acque nere, ossia fognarie. Aggiungo che il problema non è stato causato dai lavori che la stessa azienda ha svolto mesi fa sul territorio.

Appena ricevuta la comunicazione dall’Aqp abbiamo fatto tutto il possibile per avvisare la cittadinanza con manifesti, un megafono cittadino che da due giorni continua a girare per le vie del paese, comunicazioni attraverso tutti i canali istituzionali del Comune, e porta a porta nelle due vie interessate dal problema.
Mi auguro che Casamassima possa tornare presto alla sua normalità, invito tutti a mantenere la calma e ad utilizzare le misure precauzionali indicate

Restano i misteri sui seguenti punti:

  1. l’origine della contaminazione ?
  2. l’entità della contaminazione ?
  3. DA QUANDO è contaminata l’acqua ?
  4. CHI PAGA questi danni e i disagi oltre all’esposizione ai rischi sanitari alla quale sono (e saranno ancora) sottoposti i cittadini di Casamassima ?

Leggi i fatti dall’inizio: Casamassima senza acqua potabile (articolo del 7 maggio 2016)

Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spiacenti, non è possibile copiare il testo