Firenze eterno Buffon | Para un rigore al 90′, la Juve vince 1-2

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Firenze eterno Buffon | Para un rigore al 90′, la Juve vince 1-2

Firenze eterno Buffon. Succede di tutto al Franchi nei minuti finali, un gol per parte e Buffon poi compie il miracolo parando il rigore del 2-2.

Fiorentina-Juventus 1-2

E’ stata una bella partita che nel finale è diventata imprevedibile. Nel primo tempo, a parte i primi minuti targati Fiorentina, né una né l’altra squadra sono riuscite ad avere la meglio, si avvertiva che per entrambe il pareggio non sarebbe stato un risultato da buttar via. La Fiorentina ha avuto qualche occasione ma si è capito subito che Buffon fosse in serata positiva (come capita spesso). Poi però al 39′ è arrivato il gol del solito Mario Mandzukic che ha cambiato per forza di cose l’andamento dell’incontro. Al riposo le squadre sono andate con la Juve in vantaggio. Nel secondo tempo al 52′ Paulo Sousa ha dovuto sostituire Ilicic, infortunato, con Zarate. Al 61′ è stato ancora Buffon a salvare la porta bianconera deviando in angolo un tiro di Kalinic. All’81′ però è accaduto ciò che in pochi si sarebbero aspettati: Bonucci, al limite della propria area di rigore, ha sbagliato un disimpegno, ha perso palla e Kalinic non si è fatto sfuggire l’occasione, ha tirato e ha pareggiato 1-1. Qualsiasi altra squadra avrebbe accusato il colpo ma la Juventus, come se nulla fosse accaduto, è ripartita e su un cross da sinistra di Evra, la palla è arrivata a Mandzukic che ha rimesso al centro, il tiro di Asamoah a portiere battuto è stato respinto da un difensore della Fiorentina ma sulla ribattuta è stato pronto Alvaro Morata a ribadire d’istinto in rete riportando la Juve in vantaggio (1-2). Sembrava finita, Allegri ha messo in campo Cuadrado al posto di Lichsteiner chiedendogli il sacrificio di coprire la sua fascia destra ma pochi istanti dopo ha atterrato un avversario che lo aveva saltato e che si accingeva a entrare in area di rigore. L’arbitro ha fischiato il rigore (a dir poco dubbio, dopo aver rivisto l’episodio alla moviola) che Kalinic si è fatto parare all’angolino basso da un sontuoso Buffon che si è tuffato sulla sua sinistra e, per non farsi mancare nulla, ha pure parato la ribattuta di Bernardeschi a botta quasi sicura. E’ finita qui? Ma nemmeno per sogno perché in pieno recupero, al 93′ ancora Kalinic ha colpito la traversa mancando l’ultima occasione per pareggiare.

A Firenze eterno Buffon ma anche un decisivo Mandzukic, forse la “rivelazione” di questa Juve che ha fatto bottino pieno a Firenze, manca un solo punto per la matematica conquista del 5° Scudetto consecutivo. Le speranze per il Napoli che domani giocherà a Roma sono ormai ridotte al lumicino. Questa Juve sta dimostrando di strameritare questo scudetto.

Leggi la classifica e gli altri risultati della 35esima Giornata

LIFESTYLE

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER

@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all’Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU