Inaugurazione di Cracco | In Galleria Vittorio Emanuele II a Milano il nuovo ristorante dello chef

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Inaugurazione Cracco

C’era molta attesa per l’inaugurazione Cracco di stamattina, il nuovo ristorante dello chef Carlo Cracco in Galleria Vittorio Emanule II, a Milano. La nuova creatura è stata presentata oggi in presenza del sindaco Giuseppe Sala, Lapo Elkann e Fabio Fazio.

*** LEGGI ANCHE: La pizza Margherita di Cracco fa arrabbiare i napoletani ***

Da domani ufficialmente aperto

Il nuovo ristorante di Chef Cracco sarà ufficialmente aperto al pubblico da domani, mercoledì 21 febbraio che oggi è stato presentato alla stampa. Il nuovo locale del noto chef ex giudice di Masterchef Italia, sostituirà di fatto quello di via Vicor Hugo. Una delle prime foto dell nuovo ristorante che si estende su 5 piani è stata pubblicata su Instagram dalla moglie di Carlo Cracco, Rosa Fanti, che ha scritto: “Ci siamo“.

Tante anime in una sola location

Il salotto di Milano si fregia del nuovo ristorante a 5 piani di chef Carlo Cracco, una location che unisce tante anime in una sola: bistrot-café al piano terra, ristorante al 1° piano, Sala Mengoni al 2° piano riservata agli eventi e le cantine nel seminterrato.



Inaugurazione Cracco: “Un parto plurigemellare

Lo ha definito scherzosamente così Carlo Cracco il suo progetto che è cominciato 3 anni fa con il quale lo chef intende mettere le sale a disposizione di tutti per viverle ed usarle. Le decorazioni sfarzose ideate dagli architetti dello Studio Peregalli, non metteranno in secondo piano le creazioni culinarie. La nuova “casa culinaria” di Cracco “.. è un racconto non solo di cucina e architettura ma di ciò che accadeva qui“, ha spiegato lo chef.

Credits Photo: Giovanna Oddone

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU