E’ morto Luigi De Filippo | Regista e attore, era figlio del grande Peppino De Filippo

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Luigi De Filippo è morto

Era il figlio di un altro grandissimo, Peppino De Filippo che molti ricorderanno insieme a Totò in tantissimi film. Luigi De Filippo è morto all’età di 87 anni (10 agosto 1930) a Roma.

Una storica dinastia

La notizia è arrivata da persone vicine alla famiglia De Filippo che perde un altro grande pezzo di una dinastia che ha fatto storia. Luigi è stato attore, regista e commediografo ed era il figlio di Peppino De Filippo. Lascia la moglie Laura con la quale era convolato a nozze nel 1997 e sua figlia Carolina.

Sarà allestita nel teatro Parioli di Roma la camera ardente mentre i funerali saranno celebrati martedì 3 aprile alle 11,30 nella Chiesa degli Artisti di piazza del Popolo a Roma.

In scena fino a poche settimane fa

Luigi De Filippo ha trascorso le sue ultime settimane sempre nel mondo suo e di chi lo ha preceduto nella sua famiglia. Fino a metà gennaio era stato in scena, con “Natale in casa Cupiello“, al Teatro Parioli di Roma di cui era direttore artistico.



Luigi De Filippo è morto: la CARRIERA

Debutta a 21 anni (1951) nella compagnia paterna, poi lo si vede negli anni ’60 in alcuni film della commedia all’italiana. Nel 1960 il matrimonio a Roma con l’attrice inglese Ann Patricia Fairhurst dalla quale poi si separa. Nel 1970 sposa l’attrice francese Nicole Tessier dal cui amore nasce nel 1972 la figlia Carolina. Rimasto vedovo, sposa nel 1997 a Roma Laura Tibaldi.

Nel 1978 lascia la compagnia paterna per fondarne la propria compagnia ma nel 1987 riappare in tv interpretando il ruolo del giudice Venturi ne “La piovra 3”. Nel 2000 incide l’album “La Commedia del Re Buffone e del Buffone Re” (Polosud Records – PS031).

Gli anni 2000

Nel 2001 riceve per i suoi 50 anni di attività il Premio Personalità Europea in Campidoglio mentre in tv è interprete in “Storie della camorra” (1978) su Rai 1. Il 28 giugno 2011 prende il posto di Maurizio Costanzo nella direzione artistica del “Teatro Parioli” di Roma che diventa “Teatro Parioli-Peppino De Filippo”.

Alessandro Gassmann lo ricorda in un Tweet

Con Luigi De Filippo scompare l’ultimo attore e regista della più grande famiglia del teatro italiano, ma restano le loro vite ed i loro capolavori, ed è una ricchezza che non scomparirà perché parte integrante e fondamentale della cultura di questo paese“.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU