18 Luglio 2024
Home » Economia » Automobili » Mercato AUTO marzo 2017 | Ancora in salita le immatricolazioni del NUOVO
mercato auto marzo 2017

mercato-auto-marzo-2017

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i

Mercato AUTO marzo 2017

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha diffuso i dati sull’andamento del mercato auto marzo 2017. Il bilancio è ancora positivo, vediamo i dettagli.

Ancora in salita le prime immatricolazioni

Il mercato auto marzo 2017 nuove è ancora in salita: a marzo sono state registrate 226.193 prime immatricolazioni (+18,16% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso). Queste vanno ad aggiungersi alle immatricolazioni dei primi due mesi che in totale, nel primo trimestre del 2017 fanno 582.465, ossia +11,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di tutti i brand commercializzati in Italia commenta così i dati sul mercato auto marzo 2017: “Le immatricolazioni di autovetture nuove tornano in Italia abbondantemente sopra le duecentomila unità: un giorno lavorativo in più e le immatricolazioni dell’ultimo giorno ci regalano un mese in forte crescita, con un totale di targato che non vedevamo da marzo 2010“.

Il commento dell’UNRAE

Con questi volumi di vendita, si consolida la nostra previsione di un ulteriore recupero che il mercato potrà registrare a fine anno – afferma Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere – anche se permane incertezza sul quadro politico, istituzionale ed economico. Inoltre, agiscono ancora sullo scenario della mobilità nel nostro Paese provvedimenti estemporanei ed emergenziali di blocchi alla circolazione, come nel caso della città di Torino che vieta la circolazione anche alle più moderne vetture Euro 6, quando nella città circolano circa 70.000 auto con marmitta catalitica che realisticamente, nonostante le fortissime promozioni commerciali sono nel possesso di famiglie che hanno difficoltà ad affrontare la sostituzione dell’auto. Pertanto è sempre più necessaria la realizzazione di quella Cabina di Regia coordinata da un Mobility Champion autorevole, indipendente, capace di riunire decisori e stakeholder per accompagnare l’evoluzione verso una mobilità realmente ad impatto zero per le persone e l’ambiente“.

Calo della Dacia, vola la Suzuki

La crescita coinvolge praticamente tutte le grandi aziende del mercato automobilistico. Un calo più o meno lieve interessa invece la Dacia che perde il 14,22% con 4.320 auto vendute.

Ottimi risultati superiori alla media per Suzuki (+54,56%), Skoda (+47,19%), Alfa Romeo (+46,07%), Renault (+35,07%), Jeep (+26,30%), Nissan (+26%), Citroën (+24,20%), Land Rover (+24%), Opel (+24,95%) e Toyota (+22,25%). Al di sotto della media invece Volkswagen, 16.565 auto vendute che hanno fatto registrare un +14,92% (16.565 immatricolazioni).

Crescita lieve per city car e auto di lusso

Meglio BMW (crescita del 7,13%) di Mercedes (crescita delle immatricolazioni del 6,13%) e Audi che fa registrare una crescita dell’1,19%. Le city car fanno registrare un lieve aumento del 5,6% mentre il segmento lusso del 3,4%.

Le auto più immatricolate

E’ la Fiat PANDA, il modello ad aver fatto registrare il maggior numero di immatricolazioni nel mese di marzo 2017. Sono 17.476 le Panda vendute. E’ ancora una Fiat a occupare il secondo gradino del podio: si tratta della Fiat TIPO di cui sono state vendute 8.344 unità. Terza la Lancia Ypsilon con 8.305 auto vendute. Ecco le altre posizioni:

  1. Fiat 500 (6.250 immatricolazioni)
  2. Renault Clio (6.211)
  3. Ford Fiesta (5.904)
  4. Volkswagen Polo (5.863)
  5. Fiat 500X (5.618)
  6. 500L Fiat (5.118)
  7. Fiat Punto (4.933)
L’andamento delle motorizzazioni

La forte crescita investe anche tutte le motorizzazioni: forte crescita del Gpl (+33,6%) che rappresenta la quota del 6,1% delle auto. Anche le ibride incrementano i propri volumi superando il 72%. In salita anche le vendite delle auto elettriche che salgono del 9%. Discorso diverso invece per le auto a metano che registrano un calo del 27,3%.

A conclusione del primo trimestre è il diesel a far registrare quasi il 56% del mercato seguito dalla benzina (33,4%), dal Gpl (che sale al 6,3%), dalle ibride (2,7%), dal metano (che scende all’1,6%) e infine dalle elettriche (0,1% del totale).

L’usato

E’ la FIAT a far registrare il maggior numero di trasferimenti di proprietà raggiungendo quota 103.399. Nonostante questo, la Fiat registra un calo del -9,29% rispetto al mese precedente. La Fiat è seguita dalla crescita della FORD (30.242 con un aumento del 5,20%) e della VOLKSWAGEN (28.699 con un aumento dell’1,33% rispetto al mese precedente).

LEGGI anche:

OFFERTE LAMPO AMAZON

Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spiacenti, non è possibile copiare il testo