Piattaforma online Ecobonus ed Ecotassa | Dal primo marzo 2019 è attivo il sito del Mise

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Piattaforma online Ecobonus

A partire dalle ore 12 di oggi, venerdì 1° marzo 2019 è online la piattaforma online Ecobonus ossia la misura promossa del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede contributi per l’acquisto di Veicoli a Ridotte Emissioni, così come previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

RISORSE DISPONIBILI

Veicoli di categoria M160 mln €70 mln €70 mln €
Fondo istituito ai sensi dell’art. 1 comma 1041 della Legge 30 dicembre 2018 n.145
Veicoli di categoria L1 e L310 mln € NANA Fondo di conto capitale ai sensi dell’art. 49, comma 2 lettera d) del D.L. 24 aprile 2014 n. 66

Gli stanziamenti per gli anni 2020 e 2021, relativi ai veicoli di categoria M1, potranno subire variazioni incrementali (da attuarsi con apposita disposizione normativa) nel caso in cui negli anni precedenti dovessero risultare risorse non utilizzate.

Attenzione, non c’è fretta

La piattaforma è già disponibile online ma non c’è fretta perché non si tratta di un evento o un sito estemporaneo per il quale bisogna affrettarsi. La procedura prevede infatti due momenti distinti:

  • la prima fase di apertura dello sportello sarà dedicata esclusivamente alla registrazione dei concessionari, che potranno iscriversi e caricare i propri dati identificativi;
  • successivamente, dopo specifica comunicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, si aprirà la seconda fase e si potrà inserire l’ordine e prenotare l’incentivo. Dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.


Un processo sicuro

Per assicurare procedure di prenotazione corrette e trasparenti, sulla piattaforma sarà presente un contatore di risorse per seguire in tempo reale la disponibilità finanziaria del bonus.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni sull’incentivo è possibile compilare la Scheda contatto o chiamare il Numero azzurro 848.886886 (addebito con ripartizione a tempo che prevede un costo al chiamante pari alla tariffa urbana a tempo per le chiamate da rete fissa. Per le chiamate da rete mobile la quota è definita dal singolo operatore).

Piattaforma online Ecobonus: INDIRIZZO WEB

La piattaforma web è disponibile al seguente indirizzo: https://ecobonus.mise.gov.it

I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha fatto un po’ di chiarezza riguardo agli incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e non inquinanti, sulle detrazioni fiscali per l’installazione dei punti di ricarica e sulla rottamazione di mezzi ad alte emissioni di Co2, oltre che sull’imposta sui veicoli inquinanti dovuta sulle auto acquistate e immatricolate dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021.

Lo abbiamo fatto in precedenza anche noi in questo articolo: Automobili Ecobonus 2019

E sull’ecotassa

Le nuove misure che prevedono anche una nuova detrazione fiscale del 50%, su un ammontare complessivo non superiore a 3 mila euro da ripartire in dieci quote annuali di pari importo, per spese di acquisto e installazione di punti di ricarica per i veicoli elettrici sostenute dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021. La detrazione dell’imposta sui redditi spetta sia ai soggetti Irpef sia ai soggetti Ires e viene riconosciuta anche per gli acquisti effettuati dai condomini.

Ecotassa anche per acquisti in locazione

A pagare l’Ecotassa sono tenuti anche coloro che acquistano in locazione finanziaria e immatricolano in Italia un veicolo nuovo di categoria M1 con emissioni di CO2 superiori alla soglia stabilità dal 1° marzo 2019 e fino al 31 dicembre 2021. L’imposta è dovuta entro la data di immatricolazione del veicolo e va versata tramite F24 da parte dell’acquirente del veicolo o da chi richiede l’immatricolazione. L’importo dell’imposta è parametrato in base a 4 scaglioni di emissioni di CO2.

Acquisto di motoveicoli elettrici o ibridi

L’Agenzia delle Entrate chiarisce anche la questione degli incentivi per l’acquisto di motoveicoli elettrici o ibridi nuovi rottamando il veicolo appartenente alle categorie Euro 0, Euro 1 o Euro 2.

A coloro che nel corso del 2019 comprano in Italia un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica (con potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1 e L3) rottamando un veicolo delle stesse categorie di cui siano proprietari o utilizzatori (leasing finanziario) da almeno 12 mesi spetta un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto fino a un massimo di 3 mila euro.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU