Sfogo degli Assistenti Bagnanti | (VIDEO) “Quando c’è la bandiera rossa NON entrate in mare!”

loading...

Sfogo degli Assistenti Bagnanti

Dopo aver perso un collega nel tentativo di salvare la vita a una persona in difficoltà in mare, lo sfogo degli Assistenti Bagnanti. “NON dovete entrare in mare quando c’è la bandiera rossa!

Il mare va rispettato

I dati Istat di due anni fa riferiscono che l’annegamento in Italia causa ogni anno circa 400 decessi e 440-450 ricoveri. Due le cause principali: l’imprudenza dei bagnanti e il malore. E’ dunque necessario rispettare il mare e non sottovalutarlo mai perché può diventare molto pericoloso. E quando le condizioni meteo non sono favorevoli, non ci si deve assolutamente allontanare dalla riva.

Intervistato da una tv locale, un bagnino di una spiaggia di Fano appena tornato dall’ennesimo intervento di soccorso, ha parlato dell’imprudenza dei bagnanti. Duro lo sfogo dell’assistente bagnante che rivolgendosi alla telecamera e ai bagnini presenti in spiaggia ha detto: “Stamattina con la bandiera rossa è morto un collega per salvare 2 bambini e un genitore, poi ho dovuto intervenire nuovamente salvandone un altro. Non va bene, quando c’è il mare mosso e c’è la bandiera rossa, non dovete andare in mare! E’ pericoloso! O avete due palle così o non ci andate in mare! Con il vostro comportamento imprudente mettete a rischio la vostra vita e anche la nostra incolumità!”



Il VIDEO dello sfogo

Sfogo degli Assistenti Bagnanti: l’ennesimo monito

Lo avevo detto anche stamattina ma nessuno mi ha ascoltato, è una questione di rispetto! Ma non per noi bagnini, è una questione di rispetto per voi stessi e per chi viene a darvi una mano. Abbiamo dovuto mobilitare i Vigili del Fuoco, la motovedetta, la modo d’acqua e noi col pattino. Non potevate stare a riva? Il bagno si poteva fare all’acqua bassa, non è necessario andare al largo, a meno che non siate esperti. Dovete rispettare il mare e se volete proprio morire, fatelo dove non c’è nessuno, fatecelo per cortesia!“.

In suo sostegno è arrivato un altro bagnino che ha proseguito: “Quando i bagnini fischiano non lo fanno per rompervi l’anima e fa paura quando sei là. Ci sono delle correnti e delle situazioni che voi non le conoscete ma noi sì, e possono causare queste tragedie“.

Il Video messaggio di solidarietà di altri colleghi

E’ arrivato da Badesi, in provincia di Sassari, in Sardegna il sostegno ai colleghi di Fano che hanno ribadito l’importanza di osservare la bandiera rossa. Ecco il video…

LEGGI ANCHE
@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU