Analisi acqua contaminata Casamassima | I risultati dei test ARPA

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 5 minuto/i


Analisi acqua contaminata Casamassima

Sono arrivati oggi i risultati delle analisi microbiologiche dei campioni di acqua prelevati il 6 maggio 2016 dal DAP Bari ARPA Puglia. Ecco cosa hanno detto le analisi acqua contaminata Casamassima.

Confermata la contaminazione e il divieto

Sono dunque arrivati con qualche ora di ritardo i risultati attesi ieri sera delle Analisi acqua contaminata Casamassima. La contaminazione dell’acqua è ormai un dato certo e non c’era tanto bisogno di confermare questo, tant’è vero che da giorni ne è stato proibito il consumo ai fini potabili. Il servizio di Igiene degli alimenti e della salute (SIAN AREA SUD – ASL BA) nella persona del Direttore dott.ssa Angela Carenza, ha inviato il 10 maggio 2016, la seguente comunicazione:

Facendo seguito alla nota prot. n. 131 SIAN Direz del 06.05.2016 ed alla mail di domenica 8 maggio 2016 21:28, con la presente comunico le risultanze delle analisi microbiologiche effettuate dal DAP di Bari dell’ ARPA Puglia su campioni di acqua prelevati da questo Servizio nel pomeriggio di venerdì 6 maggio in Casamassima, da rubinetti unidirezionali, in contraddittorio con AQP.

Nello specifico:

  • Rapporto di prova n 2429-2016 REV 0, relativo a verbale di campionamento n. 48 SIAN/AQP del 06.05.2016 rubinetto unidirezionale di via Marconi – di fronte al n. 58 G – giudizio “i parametri analizzati superano i limiti tabellari previsti dal DLgs 31/2001”
  • Rapporto di prova n 2430-2016 REV 0 relativo a verbale di campionamento n. 49 SIAN/AQP del 06.05.2016 rubinetto unidirezionale di via Don Minzoni n. 13 – giudizio “i parametri analizzati superano i limiti tabellari previsti dal DLgs 31/2001”
  • Rapporto di prova n 2433-2016 REV 0 relativo a verbale di campionamento n. 50 SIAN/AQP del 06.05.2016 rubinetto unidirezionale di via Petrarca n.13 – giudizio “i parametri analizzati superano i limiti tabellari previsti dal DLgs 31/2001”
  • Rapporto di prova n 2434-2016 REV 0 relativo a verbale di campionamento n. 51 SIAN/AQP del 06.05.2016 rubinetto unidirezionale di via Petrarca n.44 – giudizio “i parametri analizzati superano i limiti tabellari previsti dal DLgs 31/2001”

Le non conformità riscontrate depongono per una contaminazione essenzialmente di origine ambientale. L’acqua distribuita in rete, in ragione dei valori di cloro totale accertati, si presentava maggiormente protetta in via Marconi e via Don Minzoni.



Inoltre..

Comunico che nella mattinata di ieri 9 maggio, dai medesimi rubinetti unidirezionali, in contraddittorio con l’AQP, sono stati prelevati ulteriori campioni per l’effettuazione delle analisi microbiologiche da parte del DAP di Bari dell’ARPA Puglia ( i cui rapporti di prova non potranno essere disponibili prima che siano trascorsi le 72 ore per la sviluppo delle colonie oltre al tempo successivo per la lettura delle evidenze colturali).

In tutti i punti in cui sono stati prelevati i campioni, l’esame estemporaneo ha consentito di accertare elevati valori di cloro totale a protezione dell’acqua distribuita in rete.

Ulteriori campioni saranno prelevati nella giornata di domani 11 maggio dai medesimi rubinetti unidirezionali.

Per quanto rappresentato ed anche in riscontro alla Sua mail del 09.05.2016 23:40, si conferma il divieto di utilizzo dell’acqua ad uso potabile nonché l’adozione di tutte le precauzioni già indicate da questo Servizio di cui all’ordinanza sindacale n. 22 del 07 maggio 2016.

Scarica i RISULTATI DEGLI ESAMI MICROBIOLOGICI DELL’ACQUA.

Ancora disagi per i cittadini ma …

Dalle Analisi acqua contaminata Casamassima si evince una cosa: i cittadini di Casamassima dovranno ancora sopportare i grossi disagi (oltre ai problemi sanitari). Ovviamente non commentiamo i valori dei risultati degli esami perché non è di nostra competenza fare questo, diremmo solo inesattezze che lasciamo dire agli altri.

Domanda: vista la situazione, non sarebbe il caso, da parte del Comune di Casamassima, di procedere con delle iniziative per la tutela dei diritti (oltre a quella della salute) dei cittadini per quello che si configura come una grave interruzione di pubblico servizio che sta procurando grossi disagi e danni sanitari alla popolazione?

E arriva anche la nota dell’Acquedotto Pugliese

In una nota del 10 maggio 2016 l’AQP, ribadendo cause e consigli, fa sapere che “Ancora non è possibile bere l’acqua nell’abitato di Casamassima, sono invece consentiti gli altri usi. Proseguono le attività di campionamento in rete per riportare la situazione alla normalità. In sinergia con gli organismi competenti (ASL e ARPA Puglia) proseguono i campionamenti previsti come da protocollo nell’abitato di Casamassima. Perché l’acqua possa essere dichiarata nuovamente potabile bisognerà ancora attendere gli esiti definitivi delle analisi, che richiederanno qualche giorno. Occorre, infatti, un numero adeguato e in successione di risultati positivi per il ritiro dell’ordinanza sindacale vigente. I primi dati disponibili dai laboratori AQP sono confortanti e dimostrano un trend orientato al rientro nei valori previsti dalla normativa“.

LEGGI il precedente articolo (Comunicato AQP acqua Casamassima).



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU