Ischia, terremoto 21 agosto 2017 | Due morti, decine di feriti, crolli ed edifici lesionati

Articolo aggiornato mercoledì, 23 Agosto 2017 14:42

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Ischia terremoto 21 agosto 2017

Il bilancio di quanto accaduto ieri sera alle ore 20.57 (Ischia terremoto 21 agosto 2017) è purtroppo serio: 2 morti e 39 feriti. Il capo del dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, comunica che duemila sono gli sfollati a Casamicciola e altri 600 a Lacco Ameno.

Magnitudo 3.6, anzi no: 4

Inizialmente, i dati diffusi dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV avevano stimato una magnitudo 3.6 della scossa verificatasi a una profondità di 5 km tra Ischia e la costa flegrea (Na). Poi la sezione di Napoli di INGV ha fornito il dato preciso sulla scossa che era più potente: magnitudo Md 4 con coordinate geografiche (lat, lon) 40.78, 13.88.

Ischia terremoto 21 agosto 2017: il BILANCIO

Quello aggiornato a martedì 22 agosto è di due donne morte e 39 feriti, oltre ai danni, i crolli e le lesioni agli edifici. Il direttore generale della Asl Napoli 2 Nord, Antonio D’Amore, ha riferito che 12 feriti sono ancora ricoverati e gli altri sono stati dimessi. Non si tratta di feriti gravi ma si parla di fratture per le quali saranno necessari interventi ortopedici.

Alcune zone dell’isola ieri sono rimaste senza energia elettrica in seguito al cedimento e al danneggiamento dei sostegni dei cavi e delle centraline. I danni maggiori li ha subiti Casamicciola, a nord di Ischia, a 5 chilometri dall’epicentro. Una delle due donne decedute ha perso la vita proprio lì, in seguito al crollo della chiesa Santa Maria del Suffragio.



SALVATO anche il terzo bambino

I Vigili del Fuoco dopo ore di lavoro, hanno tratto in salvo (ore 13) anche il terzo bambino, Ciro (11 anni), ancora vivo e intrappolato sotto le macerie a Casamicciola. Il secondo, Mattias (7 anni), è stato raggiunto ed estratto vivo dai Vigili intorno alle 11:15 di martedì 22 agosto e adesso si lavora per raggiungere l’ultimo dei fratelli. I soccorritori hanno comunicano con i 2 e sono riusciti anche a far arrivare delle bottiglie di acqua durante le lunghe operazioni di salvataggio. Ieri sera invece è stato tratto in salvo Pasquale, il neonato di 7 mesi (guarda il VIDEO sopra), fratellino dei due bambini ancora sotto le macerie.


I Comuni del napoletano entro 20 km dall’epicentro
  • Lacco Ameno 3
  • Casamicciola Terme 5
  • Forio 5
  • Ischia 7
  • Serrara Fontana 8
  • Barano d’Ischia 8
  • Procida 12
  • Monte di Procida 15
  • Bacoli 17
  • Pozzuoli 19
LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU